/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 dicembre 2019, 08:01

Ex Embraco, la pazienza è finita: adesso i sindacati pensano alle vie legali

Fim, Fiom e Uilm hanno dato mandato ai legali di valutare le iniziative dopo le "evidenti violazioni degli accordi sindacali da parte di Ventures"

Ex Embraco, la pazienza è finita: adesso i sindacati pensano alle vie legali

E alla fine sono arrivate le carte bollate. Rischia di avere un epilogo giudiziario una delle vertenze più dolorose che in questi anni si sono verificate nel territorio torinese. Fim, Fiom e Uilm hanno deciso di andare per vie legali contro Ventures, la nuova proprietà che ha rilevato lo stabilimento ex Embraco di Riva di Chieri dal gruppo Whirlpool.

Una prospettiva che era già emersa a margine dell'ultima riunione che si era tenuta presso l'assessorato regionale al lavoro, alla presenza dell'assessore Elena Chiorino, ma che ha richiesto ancora qualche giorno per maturare completamente la decisione. I fatti sono ormai noti: arrivati ormai a pochi mesi dalla fine degli ammortizzatori sociali per circa 400 lavoratori (scadranno a luglio 2020), all'interno dello stabilimento non è stato fatto nulla, i rientri si sono bloccati e nulla lascia pensare a un'imminente ripartenza della produzione, come hanno potuto vedere anche la sindaca Chiara Appendino, gli altri sindaci del territorio e l'arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia durante le loro visite della scorsa settimana.

Una decisione, quella di dare mandato ai propri avvocati da parte dei sindacati metalmeccanici, arrivata "A fronte delle evidenti violazioni degli accordi sindacali sottoscritti nell’ambito della procedura per il trasferimento dell’azienda e in merito alla reindustrializzazione del sito di Riva Presso Chieri da parte di Ventures s.r.l. ex Embraco - dicono i sindacati -, violazioni che hanno condotto i lavoratori alla pressoché totale inattività in una fabbrica a tutt’oggi priva di ogni infrastruttura produttiva". Il sospetto, spiegano Fim, Fiom e Uilm di Torino è che "nei comportamenti aziendali possano ravvisarsi illeciti di natura sia penale che civile".

La decisione di andare per avvocati arriva proprio nel giorno in cui, Cgil Cisl e Uil, organizzano nel centro di Torino la fiaccolata che aprirà la cosiddetta "Vertenza Torino", con partenza da piazza Arbarello alle 20 e conclusione in piazza Castello. Embraco sarà sicuramente uno dei temi caldi sul tavolo.

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium