/ Sanità

Sanità | 21 febbraio 2020, 14:47

Aapra Onlus lancia questionario online per gli ammalati reumatologici

Raffaele Paone: "Vogliamo conoscere la dimensione del disagio per gli ammalati piemontesi costretti allo switch farmacologico"

Aapra Onlus lancia questionario online per gli ammalati reumatologici

Ecco le principali domande del questionario sui farmaci biotecnologici, realizzato da AAPRA Onlus – Associazione Ammalati Pazienti Reumatici Autoimmuni, da oggi pubblico e compilabile dagli ammalati reumatologici piemontesi in cura con i farmaci biotecnologici al sito www.aapra-onlus.it :
- Con quali farmaci biotecnologici ha iniziato il percorso terapeutico?
- Quale farmaco le è stato prescritto (o piano terapeutico) prima di quello attuale?
- Il farmaco dispensato dalla farmacia ospedaliera o territoriale è sempre stato quello prescritto dal medico secondo il piano terapeutico assegnatole?
- Le è mai stato proposto il passaggio dal biologico originale al biosimilare?
- Pensa di essere stato sufficientemente informata/o e coinvolta/o nelle decisioni terapeutiche intraprese?
- Ha avuto l’impressione che il passaggio dal biologico originatore al biosimilare suscitasse nel suo medico dei dubbi o delle perplessità?
- Che reazione ha avuto quando ha saputo che sarebbe stata/o sottoposta/o al passaggio da un biologico originale a un biosimilare?
- Ha avuto paura in seguito al passaggio dal biologico originatore al biosimilare?
- Il passaggio da un farmaco biologico originatore al biosimilare ha avuto ripercussioni negative sulla sua vita lavorativa? E sulla sua vita sociale?
- Il passaggio dal biologico originale al biosimilare a cui è stata/o sottoposta/o ha creato un disagio tale da rendere necessario a lei o alla sua famiglia un sostegno psicologico?
- Il passaggio dal biologico similare ad altro biologico similare a cui è stata/o sottoposta/o ha creato un disagio tale da rendere necessario il ricorso al pronto soccorso o a una visita in urgenza?
- Le informazioni di cui necessita, riguardanti la patologia, il consenso informato e i protocolli terapeutici vengono comunicate in modo chiaro e adeguato dalla struttura presso la quale è in cura?

L’obiettivo di AAPRA Onlus è capire quanto siano informati i pazienti piemontesi sul piano terapeutico, sui farmaci antireumatici biotecnologici, in particolare se l’informazione sia chiara e se il consenso sia informato e consapevole, e capire quanti sono quelli sottoposti a switch farmacologico con effetti collaterali o riduzione dell’efficacia terapeutica. I malati reumatologici sono chiamati a rispondere al questionario per aiutare tutti gli attori, Regione Piemonte compresa, ad adottare iniziative sagge, appropriate e condivise.

"E’ di pochi giorni fa l’ennesima segnalazione da parte di una paziente torinese con malattia reumatica che si è vista cambiare il piano terapeutico, da farmaco originale a biosimilare - spiega Raffaele Paone, presidente di AAPRA Onlus - La sua paura, come quella di tutti gli altri ammalati che in questi mesi hanno segnalato alla nostra associazione switch farmacologici, è che i nuovi farmaci possano essere non efficaci come il farmaco originale o innescare intolleranze o altri fenomeni avversi. Siamo in un vero e proprio stato di malessere nella nostra città, in provincia e sul territorio piemontese ed è tangibile perché ci arrivano ogni giorno richieste di maggiore chiarezza da parte degli ammalati".

"Questo disagio è in continua crescita e abbiamo l’impressione che saranno sempre di più le richieste di aiuto di fronte a switch sempre più frequenti, anche in un singolo paziente. Desideriamo che venga fatta chiarezza sui farmaci antireumatici biotecnologici e sulle disposizioni del documento dell’Agenzia Italiana del Farmaco sul ruolo dei biosimilari nel servizio sanitario italiano".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium