/ Eventi

Eventi | 04 dicembre 2017, 13:03

A Bardonecchia ieri il raduno dei futuri exchange students

I giovani torinesi che, da gennaio, frequenteranno una scuola straniera con il programma High School di WEP

A Bardonecchia ieri il raduno dei futuri exchange students

Si è conclusa ieri la tre giorni di orientamento e formazione promossa da WEP, organizzazione internazionale leader nella promozione di esperienze di studio all’estero per ragazzi.

Da venerdì 1 a domenica 3 dicembre gli studenti liceali provenienti da tutta Italia si sono dati appuntamento al Villaggio Olimpico di Bardonecchia per prepararsi all’avventura che inizieranno il prossimo anno. Fra di loro ci sono anche i ragazzi del torinese – quarta provincia in Italia per partenze – che, tra gennaio e febbraio, partiranno per un semestre scolastico lontano da casa, in una Paese europeo o extraeuropeo. Fornire loro informazioni, conoscenze e curiosità sul paese ospitante era l’obiettivo del team di WEP, impegnato in prima persona a seguire i tanti studenti con numerosi laboratori differenziati per aree geografiche.

Durante il week end, per ogni meta scelta dai ragazzi, era stato predisposto un percorso con attività e contenuti ad hoc illustrato, oltre che dal team di WEP, anche dagli studenti stranieri fra i 15 e i 17 che stanno vivendo adesso questa avventura nel nostro Paese e da alcuni buddies, ragazzi italiani che hanno compiuto questa esperienza negli anni precedenti. Una scelta, questa, per favorire il confronto tra coetanei e per far scoprire curiosità e aneddoti su aspetti che non possono essere approfonditi se non attraverso il contatto diretto con chi quelle culture le ha già incontrate.

Un trimestre, un semestre o un anno scolastico all’estero è l’avventura scelta, per il 2017, da più di un migliaio di studenti italiani partiti con il programma scolastico all’estero di WEP. Attraverso questo programma i ragazzi della quarta superiore hanno modo di frequentare una scuola in un altro paese ospitati, per tutta la durata del soggiorno, da una famiglia del posto. Dando uno sguardo ai dati dell’Orientation, salta all’occhio la prevalenza delle ragazze tra i partecipanti, tanto che quasi il 65% dei futuri viaggiatori è di sesso femminile. Dal Nord proviene più della metà dei ragazzi (52%), mentre dal Sud e dalle Isole è circa l’11% a scegliere di partire. Per quanto riguarda il Centro le regioni che registrano una maggiore mobilità sono Lazio ed Emilia Romagna.

Percentuali queste che si ripetono anche restringendo l’analisi ai centri urbani: le città con più partenze sono Milano e Roma, seguite da Torino, Varese, Treviso. Le destinazioni più gettonate si confermano i Paesi anglofoni (su tutte USA, Australia e Canada) scelte dal 90% degli studenti. Il restante 10% andrà in Europa (in primo luogo in Germania), con qualche esperienza anche in destinazioni più lontane come Sudafrica e Costarica.

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium