/ Politica

Politica | 14 novembre 2019, 16:16

Monopattini, M5S: "Scuse Bezzon a Lapietra gesto sensato". Ma alcuni grillini attaccano

"Mi sembra - sottolinea Aldo Curatella - un po' come chi cerca di chiudere il recinto quando ormai i buoi son scappati". Per Daniela Albano "le scuse sono ridicole"

Monopattini, M5S: "Scuse Bezzon a Lapietra gesto sensato". Ma alcuni grillini attaccano

"Come M5S le scuse di Bezzon ci sembrano il gesto più corretto, nonché l'unico sensato". Queste parole della capogruppo comunale grillina Valentina Sganga sembrano mettere la parola fine alle polemiche del caos monopattini, che da dieci giorni tengono banco a Palazzo Civico. Una querelle culminata nelle dimissioni del comandante della Municipale Emiliano Bezzon, ieri ritirate con un colpo di teatro dal palcoscenico dell'Astra. 

Pace fatta dunque tra Bezzon e la maggioranza di Appendino, che comunque ribadisce l'accusa al numero 1 dei Civich di "errori amministrativi e comunicativi", per poi rinnovare la fiducia a Maria Lapietra. "L'azione dell'assessore comunale ai Trasporti - spiega Sganga, a nome di molti dei suoi colleghi -  è quella che noi rivendichiamo come necessaria per cambiare il modo di muoversi a Torino".

"Le difficoltà sono tante così come le resistenze, ma è il momento di un cambio di passo e per questo speriamo che il progetto di revisione della zona a traffico limitato centrale, che già ora è stata trasformata dal limite dei 30 all'ora, possa prendere corpo con l'avvio di Torino Centro Aperto", conclude la capogruppo. 

Se le scuse vengono accettate dalla maggior parte dei 5 Stelle, c'è chi non è ancora pronto a perdonare del tutto Bezzon. "Mi sembra - commenta Aldo Curatella - un po' come chi cerca di chiudere il recinto quando ormai i buoi son scappati".

"È stato Bezzon ad alzare i toni: spero ora che le sue parole siano sincere. Al momento so dire se siano sufficienti, dipenderà dal modo con cui si proporrà e lavorerà da oggi in avanti", conclude Curatella.

Ancora più critica la collega Daniela Albano, che parla di scuse "ridicole. Ciò che ha fatto, non l'ha fatto per errore, ma è stato voluto. Potresti accettare le scuse di chi ti ha accoltellato alle spalle?". 

Per Roberto Malanca sono "dovute, ma serve soprattutto certezza di comportamento per i cittadini" che usano il monopattino elettrico a Torino. "La circolare che fine ha fatto? È stata sospesa? Ritirata? Sono state date indicazioni ai vigili perché ammoniscano invece di sanzionare in questo primo periodo? Queste sono le cose minime che aiutano e che mi aspetterei di leggere", conclude l'esponente della maggioranza.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium