/ Politica

Politica | 27 novembre 2019, 12:55

Suicidio assistito, Marrone (FdI): "Licenziate Viale". Lui replica: "Non temo intimidazioni, ma strage di diritto"

Botta e risposta a distanza tra il medico torinese e il consigliere regionale di Fratelli d'Italia sul tema del suicidio assistito

Suicidio assistito, Marrone (FdI): "Licenziate Viale". Lui replica: "Non temo intimidazioni, ma strage di diritto"

Nuovo scontro tra il medico torinese Silvio Viale e il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone, che chiede alla Città della Salute di cacciare il ginecologo. Ad accendere lo scontro le dichiarazioni dell'esponente dei Radicali, che ieri aveva dato la propria disponibilità ad accompagnare i pazienti nel suicidio assistito. 

Per l'esponente del centrodestra si tratta dell'ennesima "disgustosa provocazione”, arrivando a definire Viale "dottor morte". 

"Maurizio Marrone - replica il dottore - vuole licenziarmi, come se la sanità fosse una sua proprietà privata e i direttori generali dei suoi sudditi: credo che sia la prima volta, almeno in Piemonte, che un politico ordini il licenziamento di un medico". "Mi aspetto una posizione netta, chiara e democratica da parte del presidente della Giunta Regionale e una iniziativa istituzionale da parte del presidente del Consiglio Regionale. Non è una buffonata, non temo le intimidazioni , ma temo la strage di diritto" conclude Viale.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium