/ Nuove Note

Nuove Note | 01 dicembre 2019, 06:00

Match: fare musica è il mio modo di leggere e raccontare quello che mi accade

Il 15 Novembre 2019 è uscito il suo primo singolo edito per Schiuma Dischi intitolato “Cartolina”.

Match: fare musica è il mio modo di leggere e raccontare quello che mi accade

Matteo Genuino in arte Match è un giovane artista torinese che entra in contatto con la musica molto presto cominciando a suonare la chitarra da autodidatta per accompagnare cover dei suoi primi musicisti di riferimento. Inizia a scrivere testi in italiano per esprimere la sua identità creativa e musicale e scrive ad ora testo e musica delle sue produzioni. Il 15 Novembre 2019 è uscito il suo primo singolo edito per Schiuma Dischi intitolato “Cartolina”.

Come si avvicina Match alla musica?
Match è un progetto musicale nato da relativamente poco: più di un anno fa infatti è uscito su YouTube “Sul Regionale”, un brano che segna l’inizio del mio percorso artistico. Fin da subito trovo il mio posto come musicista di strada e in alcuni piccoli locali Torinesi con una scaletta che comprende sia cover che brani inediti. “Lasciami Perdere” è stato il secondo singolo pubblicato da indipendente riconfermando la piattaforma digitale della precedente uscita. Continuando l’esperienza live riesco a portare la mia musica per Torino esibendomi in acustico con chitarra e voce. “Cartolina” è ufficialmente il mio primo singolo disponibile su tutte le piattaforme digitali e rappresenta un vero e proprio punto di partenza per il mio percorso musicale. È una canzone che racconta di come l’amore si relaziona al tempo poiché non tutte le relazioni sono fatte per durare per sempre, e a volte l’unica cosa che resta è un ricordo sfuocato.

Perchè Matteo Genuino è diventato Match?
Ho avuto bisogno di trovare un altro nome per poter dare il via a quello che da sempre è stato il mio sogno nel cassetto. “Match” nasce da un nome affettuoso inventato da mio fratello per differenziarmi da tutti gli altri modi con cui le persone mi chiamavano. È semplicemente una storpiatura del mio nome e nel momento in cui dovevo pensare al progetto mi sono subito convinto che questo nome così intimo e spontaneo potesse rappresentare bene la mia musica, che tocca davvero le mie corde più profonde.

Cosa ispira la scrittura dei tuoi testi e come nascono?
La mia passione per la musica nasce molto presto, e fin da piccolo sono stato abituato ad ascoltare musica di diverso genere. Ho imparato a suonare la chitarra da autodidatta poiché avevo bisogno di personalizzare le mie canzoni preferite, realizzando quasi senza accorgermene le mie prime cover. Alle scuole medie ho iniziato a scrivere i primi testi, prima in inglese e poi in italiano. La scrittura delle canzoni ha aperto la strada alla mia espressione artistica e tuttora è il mio modo di leggere e raccontare quello che mi accade. Nasce da un bisogno personale, non solo di sfogo, ma anche di condivisione delle emozioni. I miei testi partono da esperienze personali, dalla descrizione di dettagli quotidiani ai quali nessuno da importanza, ma soprattutto dalla mia voglia di dare parole alle emozioni, e di incontrare quelle di chi mi ascolta.

Hai da poco pubblicato il tuo ultimo singolo, stai lavorando ad un album o Ep?
Ho lavorato molto per la realizzazione di “Cartolina” e sono molto soddisfatto del risultato, adesso è importante lasciare spazio alla mia creatività e continuare a scrivere, quello che uscirà da questo periodo saranno sicuramente nuovi progetti da condividere.

Cosa significa per te fare musica?
La musica per me è sempre stata di vitale importanza, all’inizio forse non me ne accorgevo ma in un modo o nell’altro entrava quotidianamente in tutto quello che mi piaceva fare. Da qualche anno ho preso in mano questa passione e sono davvero soddisfatto del mio percorso. Quando sono in studio è come se lasciassi tutto il mondo fuori e trovassi un modo per parlare alle mie emozioni.

Quando poi queste si incontrano con le storie di chi mi ascolta è forse la parte più incantevole, sapere di aver sussurrato all’intimità di qualcun altro attraverso la musica mi permette di conoscere meglio me stesso e ciò che mi circonda.

La tua Torino musicale e non.

Torino è la città in cui sono nato e che sta pian piano vedendo anche la mia crescita artistica. Parlo spesso di questa città con ammirazione, anche perché musicalmente è la terra di riferimenti importanti per me, che mi hanno dato anche la possibilità di apprezzarla in tutte le sue sfumature. Sicuramente altre grandi città italiane possono offrire più possibilità di mettere in mostra il proprio progetto artistico, ma Torino è una realtà  misteriosa quanto incantevole e rappresenta una grande fonte di ispirazione per la mia musica.

News, live in programma, appuntamenti.
È da poco uscita su tutte le piattaforme digitali “Cartolina”, il mio nuovo singolo. È passato da poco l’evento d’apertura al Jazz Club in cui ho avuto l’occasione di realizzarla dal vivo per la mia volta. Prossimamente ci saranno altri live a Torino e non solo, in cui posso continuare a sperimentare sul palco le mie canzoni e anche per fare in modo che “Cartolina” abbia il giusto spazio per incontrare veramente le persone.

 

Info su https://www.facebook.com/matchquellovero/

Federica Monello

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium