/ Eventi

Eventi | 05 febbraio 2020, 15:48

Matteo Maggiori il vincitore della Carlo Alberto Medal Lecture 2019

Giovedì 27 febbraio, alle ore 18, presso la sede della Fondazione Collegio Carlo Alberto si terrà la cerimonia di consegna del premio

Matteo Maggiori il vincitore della Carlo Alberto Medal Lecture 2019

Matteo Maggiori si è aggiudicato l’edizione 2019 della Carlo Alberto Medal, che premia uno studioso italiano al di sotto dei 40 anni che abbia già dato importanti contributi alle discipline economiche.

Giovedì 27 febbraio, alle ore 18, presso la sede della Fondazione Collegio Carlo Alberto si tiene la cerimonia di consegna del premio, con la lezione magistrale del vincitore dal titolo: The International Monetary System: New Theory and Evidence. La lecture è introdotta da Paolo Ghirardato, Carlo Alberto Fellow, che gli consegnerà la medaglia come Segretario della Commissione per la Carlo Alberto Medal. Confermare la partecipazione: https://carloalbertomedal.eventbrite.it.

La lezione magistrale copre i principali contributi di ricerca del Prof. Maggiori e li connette a tematiche di attualità economica di interesse generale. La lezione approfondirà il funzionamento del sistema monetario internazionale, il ruolo del dollaro e dell’euro, l’utilizzo dei paradisi fiscali e il loro impatto sul sistema finanziario globale, e l’impatto dei flussi finanziari sui tassi di cambio.

Matteo Maggiori è Associate Professor alla Stanford University, Graduate School of Business.  Si è laureato nel 2004 in Economia presso la LUISS, e ha ricevuto nel 2012 il Ph.D. in Finance dalla University of California, Berkeley. Ha precedentemente insegnato nel dipartimento di economia della Harvard University e nella Business School della New York University. È Faculty Research Fellow del NBER, Research Fellow del CEPR, e Guggenheim Fellow. Nel 2017 ha ricevuto una prestigiosa CAREER grant dalla National Science Foundation americana.

Matteo è uno studioso di macroeconomia e finanza internazionale il cui lavoro ha contribuito in modo significativo a rinnovare l’interesse per l’interscambio tra queste due aree di ricerca, sviluppando risultati innovativi e creativi sull’interazione tra le frizioni finanziarie e le dinamiche dei tassi di cambio. Citando alcune delle motivazioni fornite per la sua nomina: Matteo è “… il migliore tra i ricercatori di finanza internazionale non solo della sua età ma anche fino a dieci anni più grandi. Ha individuato chiaramente e perseguito con ingegno un’agenda di grande impatto che ha contribuito a reindirizzare il lavoro nella sua area”. Egli “… ha dato contributi sostanziali sia sul fronte della teoria che sul fronte del lavoro empirico”. In particolare, “nella macroeconomia e finanza internazionale ha prodotti scritti di grande impatto sul premio al rischio di cambio, sui carry trade e sugli intermediari finanziari internazionali. Ha anche generato nuovi dati sui flussi valutari. Nell’economia finanziaria ha prodotto numerosi contributi di grande influenza sui tassi di sconto di lungo periodo”. Riassumendo, Matteo Maggiori è “… il più promettente economista nella macro-finanza comportamentale, di qualsivoglia nazionalità”.

Creata nel 2007 dal Collegio Carlo Alberto, la Carlo Alberto Medal viene dal 2011 assegnata ogni due anni. I precedenti vincitori sono: Nicola Persico (NYU, 2007), Enrico Moretti (UC Berkeley, 2008), Marco Battaglini (Princeton, 2009), Fabio Maccheroni (Bocconi, 2010), Oriana Bandiera (LSE, 2011), Veronica Guerrieri (Chicago Booth, 2013), Guido Menzio (U. Pennsylvania, 2015) e Alessandra Voena (Chicago, 2017). Il vincitore viene selezionato da un comitato di studiosi di chiara fama sulla base di nomine fatte da economisti di tutto il mondo. Quest’anno 26 candidati sono stati nominati da più di 100 studiosi. Il comitato di selezione per il 2019 è composto da: Darrel Duffie (Stanford), Esther Duflo (MIT), Lars Hansen (Chicago), Alessandro Lizzeri (NYU), Rosa Matzkin (UCLA), Stephen Morris (MIT) and Fabrizio Zilibotti (Yale).

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium