/ Cronaca

Cronaca | 11 aprile 2020, 11:51

Pasqua e Pasquetta blindate: controlli in città e task force per evitare spostamenti

A Torino droni per sorvegliare i parchi, controlli in autostrada e nelle località turistiche

Pasqua e Pasquetta blindate: controlli in città e task force per evitare spostamenti

Droni per sorvegliare i parchi cittadini, forze dell'ordine a presidiare le strade, controlli in autostrada e nelle direttrici che conducono alle località turistiche e alle "temute" seconde case. Sono gli accorgimenti messi in campo in vista di Pasqua e Pasquetta per evitare fughe e assembramenti. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte l'ha ribadito anche ieri sera: uscire adesso potrebbe vanificare tutti gli sforzi finora fatti e allungare ancora la quarantena. Per questo motivo, Comuni e Regioni si sono attrezzati per disporre controlli straordinari. A Torino, in particolare, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ha deciso di potenziare i pattugliamenti nei quartieri periferici quali Barriera di Milano, Aurora e Mirafiori, dove sono state riscontrate più violazioni. Il prefetto Claudio Palomba ha ricordato che le sanzioni disposte dal decreto legge 19/2020 prevedono il pagamento  di una somma da 400 a 3 mila euro, che può aumentare se la violazione è connessa all’utilizzo dell’automobile.
Stretta anche nei sentieri e nei parchi di Pinerolese, Valli di Lanzo, Val di Susa, Canavese e nella collina di Superga, dove vigileranno i carabinieri forestali.
Per gestire l'emergenza, aumenteranno gli agenti di polizia municipale in servizio, con la Regione che, nei giorni scorsi, ha stanziato 250 mila euro per il pagamento degli straordinari, mettendo inoltre disposizione un ulteriore fondo per le polizie locali operanti sul territorio piemontese.
All'appello #iorestoacasa ha aderito anche l'Uncem "no alle corse verso le valli e le seconde case" con gli stessi sindaci delle aree montane che hanno chiesto ai prefetti di incrementare i controlli da parte delle forze dell'ordine. 
Infine, come stabilito dall'ordinanza regionale del 9 aprile, i negozi (compresi i supermercati) resteranno chiusi a partire dalle ore 13 di domenica 12 aprile fino alla mezzanotte di lunedì 13 aprile, ad eccezione di farmacie, parafarmacie e tutti gli esercizi dedicati alla vendita esclusiva di prodotti sanitari.

Marco Panzarella

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium