/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 13 aprile 2020, 08:55

Da domani la terza edizione del Koqix in streaming

Da domani, 14 aprile, a domenica 19 aprile sul canale dedicato Vimeo venti film per dare visibilità al cinema indie

Da domani la terza edizione del Koqix in streaming

È al via la terza edizione del Koqix, rassegna di cinema indipendente proposta dalle Associazioni SystemOut e ArtInMovimento, che si terrà da domani, martedì 14 aprile, a domenica 19 aprile, sul canale dedicato Vimeo, in linea col DCM dell’11 marzo e dei suoi aggiornamenti per contenere i contagi del Corona Virus.

Si tratta di un altro importante satellite del Torino Underground Cinefest, al pari del Filmmaker Day, dell’OIFF e del Collateral 102, tutti del capoluogo piemontese.

Tutta l’operazione è autofinanziata e l’accesso è gratuito.

Per la rassegna sono stati selezionati 20 film, precisamente 3 lungometraggi e 17 cortometraggi.

“The source” di William S. Touitou (Francia), “J. Kessels A.K.A Road Duster” di Erik de Bruyn (Olanda), “Ventilatore” di Luca Sorgato (Italia), “Break” di Riccardo Pavone (Cina), “Xiao Xian” di Jiajie Yu Yan (Spagna), “The story” di Claudio Perrin (Argentina), “Casanova” di Ulf Larsen (Belgio), “Amaro” di Fabian Döring e Adrian Hagenguth (Germania), “The Cornfield”  (Le Parcelle) di Michaël Guerraz (Francia), “The swimsuit season” di Antonino Valvo (Italia), “Paracusia” di Carolina Sandvik (Svezia), “Green cobra” di Sigurd Culhane (USA), “Kopacabana” di Marcos Bonisson e Khalil Charif (Brasile), “The day before tomorrow” (Le jour avant demain) di Andreas Petrakis (Francia), “Intrinsic moral evil” di Harm Weistra (Olanda), “Jonathan Agassi saved my life” di Tomer Heymann (Israele), “Going on stage Liou” di Dai-Yan (Taiwan), “Mars Colony” di Noel Fuzellier (Francia), “Yaren” di Namibia Diaries, Remarkable Rwanda e Wild South (Turchia), “The discrete way” di Ho Lam (France).

La visione del progetto complessivo è del regista Mauro Russo Rouge che ha all’attivo ben quattro lungometraggi - CensuradoAberranteIra e C.L.A.B. - mentre il quinto, un docufilm, è in post produzione. 

“Il cinema indipendente vive un momento di espansione che, col mio staff, sto seguendo con grande attenzione. Per quest’anno, per le motivazioni che tutti sappiamo, abbiamo scelto per la rassegna la via dello streaming aprendo un canale dedicato Vimeo. In compenso, però, durerà cinque giorni per consentire a tutti di poter godere dei venti film selezionati. Dopo la scommessa del settimo Torino Underground siamo fiduciosi che allinearsi alla campagna #iorestoacasa sia la scelta più opportuna e misurata da fare. Auguro a tutti una buona visione di questi film in cui sono evidenti l’estemporaneità del momento, l’atto creativo, estetiche innovative legati a una buona manifattura tecnica”, dichiara Russo Rouge.

“La nostra opera non si arresta. Riteniamo sia importante veicolare, oggi più che mai, messaggi di bellezza e in questo il Cinema ci viene in ausilio in maniera pressoché naturale e immediata. Scegliamo di continuare a essere proattivi e a esserci per il nostro pubblico desideroso di farsi nutrire dal nostro modo di promuovere l’arte”, conclude Annunziato Gentiluomo, il Presidente dell’Associazione ArtInMovimento.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium