/ Chivasso

Chivasso | 19 aprile 2020, 11:12

Gazebo della Protezione civile distrutto a Rondissone. Il comune di Crescentino e la Cri regionale gliene portano un altro

Esempi di solidarietà tra amministrazioni comunali durante l'emergenza coronavirus (FOTO)

La consegna del nuovo gazebo

La consegna del nuovo gazebo

Cittadini che donano ad altri cittadini. Amministrazioni comunali che si fanno in quattro per aiutare le famiglie in difficoltà. Ma c'è anche l'aiuto reciproco tra associazioni, tra comuni vicini. E' il caso del Comune di Rondissone.

Il forte vento di qualche giorno fa ha infatti distrutto il gazebo della Protezione civile montato in piazza della chiesa per gestire l'emergenza da Covid-19. E' stato utilizzato fino a martedì scorso. A portargliene un altro è stato il comune di Crescentino, nel vercellese, ma a pochi chilometri di distanza, insieme al delegato regionale della Croce Rossa, Beppe Beltrametti.

"Un immenso ringraziamento alla CRI di Crescentino, al Sindaco Vittorio Ferrero, al Delegato Regionale di CRI Beppe Beltrametti e il vice Michele Albera per aver concesso l’uso, per i prossimi giorni, di un gazebo al Gruppo Protezione Civile di Rondissone per far fronte all’emergenza Covid-19 - dicono gli amministratori comunali -. Grazie a questo intervento potremmo essere ancora più presenti sul territorio".

a.g.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium