Elezioni comune di Torino

 / Chivasso

Chivasso | 25 aprile 2020, 15:11

Coronavirus, l'Unità di crisi convoca una videoconferenza sull'ospedale di Ciriè. Nursind: "E' imbarazzante"

Il sindacato delle professioni sanitarie chiede un po' di chiarezza al responsabile dell'Unità di crisi, Antonio Rinaudo, al presidente Alberto Cirio e all'assessore Luigi Icardi

Giuseppe Summa, segretario di Nursind

Giuseppe Summa, segretario di Nursind

Si è svolta nella tarda mattinata di oggi, sabato 25 aprile, una videoconferenza tra l’unità di crisi, i rappresentanti sindacali dell’Asl To 4, i sindaci ed i vertici aziendali del territorio. La discussione ha riguardato soprattutto le criticità del Pronto Soccorso di Ciriè emerse nei giorni scorsi e relative alle sovrapposizioni di aree pulite con quelle sporche.

Presenti, il dottor Antonio Rinaudo, nominato responsabile dell'area legale dell'Unità di Crisi della Regione, e, tra gli altri, anche il sindacato Nursind.

"Abbiamo evidenziato come la problematica della sovrapposizione delle aree sporche con quelle pulite fosse una criticità verificatasi in molti nostri presidi e ancora tutt’oggi, in molti luoghi, sono presenti criticità gravi come quelle del pronto soccorso di Ciriè - spiega Giuseppe Summa, segretario provinciale -. A tal proposito abbiamo chiesto come mai l’Unità di crisi abbia sentito l’esigenza di convocare una riunione solo in questo caso, viste le decine di segnalazioni fatte e denunce anche sui mezzi di informazione. Il dottor Rinaudo ha risposto che non ha ricevuto altre segnalazioni formali, altrimenti si sarebbe comportato allo stesso modo".

Quindi aggiuge: "Non comprendiamo cosa intenda Rinaudo per segnalazioni formali ma da oggi invieremo segnalazioni "formali" su ogni reparto di ogni presidio che presenta questa criticità e ne abbiamo centinaia e pretendiamo che convochi un incontro per ognuno di queste. Tutti sanno come il nostro sindacato sia attento e critico, anche con l' Asl To4 ma non accettiamo che l’Unità di crisi adotti comportamenti diversi a seconda da chi provengono le segnalazioni e a seconda di che Asl o presidio si tratti.  Ci chiediamo se il dottor Rinaudo agisca in autonomia oppure siano il Presidente Cirio e l’Assessore Icardi a dettare l’agenda dell’unità di crisi...".

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium