/ Sport

Sport | 15 maggio 2020, 21:59

Basket, dura un solo anno il "purgatorio" per il basket sotto la Mole: Torino torna in serie A

La Reale Mutua, prima del ranking di A2, andrà a pareggiare il conto delle squadre della massima serie

Basket, dura un solo anno il "purgatorio" per il basket sotto la Mole: Torino torna in serie A

Dall'incubo Auxilium alla rinascita grazie a Basket Torino: è durato meno di un anno l'incubo dei tifosi Torinesi, che da oggi pomeriggio possono festeggiare il ritorno in A1.

Dopo un campionato di vertice e la prematura conclusione per la pandemia di Coronavirus, l'Assemblea di Lega Serie A ha ratificato il ritorno del massimo campionato a 18 squadre con il ripescaggio di Torino "la società  che ha totalizzato il punteggio più alto nel ranking delle aspiranti società", come si legge sul sito della LBA.
Nonostante il campionato non fosse concluso, Torino aveva chiuso la regular season con il primo posto in classifica, al pari di Ravenna nel girone est.

Con la promozione in A1, il patron di Basket Torino, Stefano Sardara, dovrà cedere le proprie quote della società, essendo già proprietario della Dinamo Sassari, anch'essa militante nel massimo campionato. Come affermato nelle scorse settimane dallo stesso Sardara, ci sarebbero due fondi interessati all'acquisto della società gialloblù, con la Fiat (ex main sponsor Auxilium) che potrebbe ritornare ad investire nel basket piemontese.

In A1 Torino potrà contare su coach Cavina, capitan Alibegovic, Toscano e Pinkins, già sotto contratto con i gialloblù.

Il campionato inizierà il 27 settembre, la prima competizione ufficiale, però, prenderà il via il 29 agosto con la Supercoppa che vedrà coinvolte tutte e 18 le formazioni.

R.G.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium