/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 21 maggio 2020, 07:00

I migliori consigli per scegliere il fotografo del matrimonio

Il matrimonio, si sa, è uno dei momenti più importanti della vita di ogni coppia e le emozioni che si provano sin dal momento in cui si decide di convolare a nozze, sono indescrivibili e irripetibili

I migliori consigli per scegliere il fotografo del matrimonio

Il matrimonio, si sa, è uno dei momenti più importanti della vita di ogni coppia e le emozioni che si provano sin dal momento in cui si decide di convolare a nozze, sono indescrivibili e irripetibili.

La fibrillazione ha inizio già sin dai primi giorni dei preparativi.

Le cose a cui pensare sono tantissime: la scelta della data tenendo conto delle stagioni, l’abito, la chiesa, la sala ricevimenti, le bomboniere, il fotografo...il rischio è sempre quello di dimenticare qualcosa.

In situazioni come queste, però, quando l’emozione è tantissima e si vorrebbe che tutto alla fine fosse impeccabile, l’entusiasmo rischia ben presto di tramutarsi in agitazione e stress.

L’ansia da matrimonio è un sentimento molto diffuso e le continue domande e sollecitazioni da parte di parenti e amici non fanno che peggiorare le cose. Per non parlare delle aspettative.

Per tutto il tempo, dall’inizio dei preparativi al grande giorno, gli occhi di tutti sembrano puntati sugli sposi e sulle loro scelte e il timore di sbagliare qualcosa (e dar adito a pettegolezzi) è sempre dietro l’angolo.

Con questo clima, i mesi che precedono il giorno più bello della vita di ogni coppia innamorata rischiano di diventare un incubo e portarli a compiere delle scelte che potrebbero ledere alla perfetta riuscita delle nozze.

Tra queste, non c’è niente di peggio che sbagliare la scelta del fotografo.

Questo, infatti, è uno dei momenti fondamentali di tutto il percorso. Il fotografo è colui che darà voce alle emozioni forti di questo giorno speciale e compiere la scelta sbagliata potrebbe rivelarsi un errore irrimediabile.

Le fotografie, infatti, sono gli unici ricordi del giorno del matrimonio che dureranno per sempre e per questo motivo è necessario affidarsi ad una persona altamente specializzata e affine alla personalità dei novelli sposi.

Per evitare che l’ansia o la fretta siano cattive consigliere, ecco allora alcuni dei migliori consigli che possono tornare utili per orientarsi nella scelta del fotografo più adatto per il giorno del matrimonio.

Definire il budget e scegliere lo stile preferito

Qualsiasi scelta gli sposini saranno chiamati a fare per rendere il matrimonio perfetto, dovranno sempre fare i conti con il budget a disposizione.

Uno dei migliori consigli in questo caso è quello di non scegliere mai il fotografo solo sulla base del prezzo del servizio, e cioè quello più economico. Il rischio potrebbe essere quello di ritrovarsi ad avere a che fare con un operatore non professionista (che giustifica quindi il prezzo basso) oppure poco professionale.

Si è davvero disposti a rischiare di rovinare i ricordi irripetibili di questo giorno speciale per un centinaio di euro in meno?

Bisogna tenere in considerazione che il fotografo richiederà almeno il 10% del budget totale destinato all’evento e sarebbe opportuno valutare piuttosto di fare a meno di un altro servizio poco necessario per poter destinare ulteriore budget al servizio fotografico, che deve essere impeccabile.

Altro aspetto fondamentale, è quello relativo allo stile.

Ogni fotografo si differenzia per lo stile dei propri scatti. Il modello reportage è quello più in voga in questi anni, dove tutto è più naturale e le fotografie sono concretamente il racconto cronologico di questo giorno speciale.

Eppure c’è ancora chi preferisce optare per uno stile più “plastico” e si orienta su fotografi che prediligono le pose e gli scatti ben studiati.

A prescindere dallo stile, è bene ricordarsi di rivolgersi sempre e solo a fotografi di matrimonio, cioè persone qualificate e specializzate in questa tipologia di evento, che siano al corrente di tutte le fasi salienti della giornata e sanno già come ottenere i migliori scatti da ogni circostanza.

A questo punto, una volta valutato bene lo stile prediletto, è possibile fare delle ricerche sul web per individuare subito i fotografi della zona in grado a soddisfare i propri gusti.

Ad esempio, per chi si sposa in Emilia Romagna e preferisce lo stile reportagistico, molto più emozionante di quello in posa, sarà sufficiente cercare su internet “fotografo matrimonio Ravenna stile reportage”.

È possibile così individuare facilmente la rosa dei candidati più adatti all'esigenza e con molta probabilità si riusciranno a trovare anche recensioni e pareri condivisi da altri sposi che li hanno scelti per i loro eventi.

Dedicarsi alla scelta del fotografo con largo anticipo

I fotografi di matrimonio sono i primi ad andare a ruba, soprattutto in determinati periodi dell’anno.

Per questo motivo è consigliabile dedicarsi alla scelta di un professionista con largo anticipo, immediatamente dopo aver definito la data.

Muoversi in anticipo garantisce di poter contare sui migliori fotografi sulla piazza per imprimere per sempre sulla carta le emozioni di questo giorno da sogno.

Dedicarsi alla scelta del fotografo con almeno 8-9 mesi di anticipo dalla data del matrimonio è indispensabile per far sì che le decisioni vengano prese con con calma e serenità, dal momento che i primi mesi sono quelli dove l’entusiasmo regna sovrano ed è meno probabile di finire offuscati dall’ansia.

Inoltre, muovendosi in anticipo si scongiura il rischio di dover ripiegare sul primo fotografo disponibile se tutti quelli prescelti si dovessero rivelare già impegnati per la data definita. In quel caso, infatti, ci sarebbe ancora tempo per cambiare la data poiché, a volte, anticipare o posticipare di un solo giorno può rivelarsi determinante.

Richiedere un colloquio di persona (da fare insieme al futuro sposo)

Il colloquio è il momento decisivo per la scelta.

Come dice un famoso detto, infatti, “Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”.

Il colloquio di persona è lo step fondamentale per confermare o meno il fotografo, perché è in quel momento che sarà chiaro se si ha di fronte la persona giusta per il proprio evento e se il suo modo di lavorare è quello giusto per le proprie esigenze.

È importante che in questa fase sia presente anche il futuro sposo, che solitamente relega alla sposa la scelta di ogni dettaglio, perché il fotografo deve essere confermato da entrambi, in base alle sensazioni che si trasmettono.

Durante il colloquio, infatti, entrambi potranno rendersi conto se si ha di fronte la persona giusta, altamente competente, professionale e che sarà in grado di mettere tutti a proprio agio durante tutto il servizio fotografico.

Non c’è niente di peggio, infatti, che sentirsi in imbarazzo durante uno dei giorni più belli a causa di un fotografo invadente o arrogante.

Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium