/ Scuola e formazione
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Scuola e formazione | 04 giugno 2020, 20:18

Perugini e Preioni (Lega): "Appello al Governo per il sostegno agli istituti paritari"

"Il Piemonte a sostegno della libertà educativa"

Perugini e Preioni (Lega): "Appello al Governo per il sostegno agli istituti paritari"

Condivisione trasversale oggi, sui banchi di Palazzo Lascaris, per l’appello al Governo al sostegno agli Istituti scolastici paritari piemontesi, a prima firma del Consigliere Regionale del Gruppo Lega Salvini Piemonte Federico Perugini.

Ha raccolto i voti non solo della maggioranza, ma di gran parte dell’opposizione del Consiglio Regionale del Piemonte, dopo che a fine maggio la Conferenza episcopale di Piemonte e Valle d’Aosta, con una nota firmata dal presidente Monsignor Cesare Nosiglia, aveva dato voce a migliaia di bambini, ragazzi e adolescenti che rischiano di non poter riprendere il prossimo anno scolastico, per mancanza di adeguato sostegno da parte del Decreto Rilancio.

“Dietro questo appello – spiega al termine della seduta il Consigliere regionale Perugini, promotore e primo firmatario dell’OdG – non c’è solo un sistema valoriale fortemente radicato in Piemonte, innegabilmente caro al sottoscritto e alla Lega,  ma un diritto sancito dal  sistema scolastico del Paese, che garantisce i principi generali dell’istruzione, coerenti con la domanda formativa delle famiglie e caratterizzati da requisiti di qualità ed efficacia comune”.

“Non ultimo le scuole paritarie  arrivano anche sul territorio dove lo Stato avrebbe difficoltà a garantire la continuità - commenta Alberto Preioni, Presidente della Lega Salvini Piemonte, anch’egli firmatario dell’appello - mi riferisco alle piccole comunità, ai paesi di montagna dove l’accudimento dei piccoli delle materne èspesso garantito delle paritarie. Laddove le regole sono le stesse, lasciare indietro una delle due anime della scuola italiana è assurdo, dannoso e incoerente a livello Costituzionale”.

“Solo in Piemonte le scuole paritarie sono 720 e contano oltre 56 mila allievi – continua Federico Perugini, che siede nella VI Commissione per l’Istruzione - vale a dire altrettante famiglie che, in sostanza, pagano due volte le tasse, ovvero le tasse dello Stato e la retta alla scuola paritaria, istituti a cui sottende un indotto economico e occupazionale importante, occorre che il Governo centrale assicuri alle scuole paritarie di ogni grado sufficienti interventi economici diretti ed indiretti, per programmare le attività per gli anni scolastici a venire”.

“Dal voto bipartisan dell’emiciclo della Regione Piemonte  – conclude Federico Perugini – è arrivato il riconoscimento del ruolo prezioso delle paritarie all’interno della comunità piemontese  e italiana, da sempre garanti di offerta formativa e libertà educativa, perchè ricordiamolo: statale o non statale, la scuola nel nostro Paese è pubblica”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium