/ Chivasso

Chivasso | 17 settembre 2020, 18:40

Lunghe code e orari ridotti all'Agenzia delle Entrate, Gavazza: "C'è un problema di sicurezza evidente"

L'intervento del consigliere regionale sulla situazione chivassese

Il consigliere regionale Gianluca Gavazza

Il consigliere regionale Gianluca Gavazza

Lunghe code in strada e orari di attesa ridottissimi. E' polemica, a Chivasso, sugli orari di apertura ridotti dell'Agenzia delle Entrate, in piazza del Popolo. A seguito del lockdown, gli uffici sono infatti aperti al pubblico due sole mattine a settimana, il lunedì ed il giovedì, dalle 9 alle 13. Agli sportelli arrivano persone residenti in circa trenta Comuni del territorio. 

La denuncia arriva dal consigliere regionale, Gianluca Gavazza, che questa mattina, giovedì 17 settembre, si è recato nella sede chivassese. "Ero il quinto in coda, ma sono arrivato alle 7.30 e lo sportello apre alle 9", esordisce il consigliere. La piazza di lì a poco si è riempita di decine di persone. "C'è un problema di sicurezza evidente - spiega Gavazza -. Oltre che le attese molto lunghe bisogna tenere conto del distanziamento sociale, che davanti alla sede viene meno. La gente si ammucchia per non stare in strada dove passano le macchine e non c'è nessuno che vigila sulla distanza. All'interno dell'Agenzia la situazione è ben diversa, misurano la temperatura e non si entra in contatto con nessuno". La soluzione? "L'Agenzia delle Entrate serve una trentina di Comuni. Basterebbe aumentare gli orari di apertura degli sportelli e incaricare qualcuno che vigili sul rispetto delle norme di sicurezza affinchè la situazione migliori".

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium