/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2020, 19:31

Torino settima provincia italiana più colpita dalla seconda ondata del coronavirus

L'analisi dei nuo­vi ca­si po­si­ti­vi re­gi­stra­ti nel­le ul­ti­me due set­ti­ma­ne mostra una impennata un pò ovunque. Anche Cuneo nella 'top ten' di questa particolarissima classifica

Torino settima provincia italiana più colpita dalla seconda ondata del coronavirus

La seconda ondata del coronavirus si sta attattendo con la forza di uno tsunami sull'Italia e tra le dieci province più colpite, facendo una analisi dei ca­si positivi registrati nelle ul­ti­me due set­ti­ma­ne, sono presenti Cuneo e Torino.

In questa particolarissima graduatoria, guidata da Ao­sta con 1.112 ca­si ogni 100 mi­la abi­tan­ti, seguita da Mon­za-Brian­za (899) e Mi­la­no (858), la Grande si trova al sesto posto con Cu­neo 653 casi, appena davanti a To­ri­no, che ne ha segnalati 632. La me­dia na­zio­na­le, nel pe­rio­do stes­so che va dal 14 al 29 di ot­tobre, è di 352 nuo­vi ca­si po­si­ti­vi re­gi­stra­ti ogni 100 mi­la abi­tan­ti.

La cosa più grave, poi, è che questo da­to continua a cre­scere ra­pi­da­men­te. Na­tu­ral­men­te l’in­ci­den­za di­ce mol­to ma non tut­to, i dati del­le Pro­vin­ce ita­lia­ne ri­sen­to­no an­che del­la più in­ten­sa at­ti­vi­tà dia­gno­sti­ca del­le ul­ti­me set­ti­ma­ne e la si­tua­zio­ne com­ples­si­va an­che dal­le con­di­zio­ni del­la sa­ni­tà re­gio­na­le, dal tas­so di oc­cu­pa­zio­ne dei po­sti let­to ne­gli ospe­da­li e nel­le te­ra­pie in­ten­si­ve, dal tem­po che in­ter­cor­re tra i sin­to­mi e la dia­gno­si che si era ri­dot­to e poi si è di nuo­vo al­lun­ga­to, an­che se re­stia­mo fortunatamente lon­ta­ni dai li­vel­li di mar­zo e apri­le.

A livel­lo re­gio­na­le la pic­co­la Val d’ao­sta, scar­sa den­si­tà abi­ta­ti­va e mol­ti tam­po­ni (1.112 nuo­vi ca­si ogni 100 mi­la abi­tan­ti), si trova al primo posto, la se­guo­no la Li­gu­ria con 666 e la Lom­bar­dia con 606, quin­di l’Um­bria con 593, poi il Pie­mon­te con 576 e la To­sca­na con 518.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium