/ Attualità

Attualità | 30 novembre 2020, 18:36

Ztl e strisce blu, i 5 Stelle dicono “no” al rimborso per il periodo non fruito causa Covid

Curatella (Azione): “Una vera e propria estorsione, si vuole fare cassa sulla pelle delle persone”. Malanca (M5s): “Da ministero e Regione arrivate indicazioni sulla proroga piuttosto che il rimborso”

Ztl e strisce blu, i 5 Stelle dicono “no” al rimborso per il periodo non fruito causa Covid

I torinesi che hanno pagato un permesso Ztl o le strisce blu e non hanno potuto usufruire del servizio pagato non riceveranno un rimborso. E’ un “no” forte e convinto quello arrivato dalla maggioranza Cinque Stelle in Consiglio comunale a seguito di una proposta di mozione presentata dai consiglieri Scanderebech, Curatella e Magliano.

Nonostante, sia durante il primo lockdown che durante il secondo, migliaia di torinesi abbiano regolarmente sottoscritto un permesso per entrare nella Zona a Traffico Limitato o l’attestato di sosta per i residenti sulle strisce blu e non abbiano poi potuto usufruire del servizio pagato perché sospeso causa Covid, il Consiglio comunale ha negato la possibilità di accedere a un rimborso.

A spiegare le ragioni della decisione il consigliere Roberto Malanca: “Si tratta di atti datati, ormai superati. Dal ministero e dalla Regione sono arrivate indicazioni: l’amministrazione ha deciso di prorogare i permessi Ztl fino al 5 dicembre 2021. Questi sono provvedimenti che hanno una logica e una coerenza”. Niente rimborso quindi, ma proroga.

Deluso il capogruppo dei Moderati, Silvio Magliano: “Spesso e volentieri i permessi vengono acquistati da chi lavora e pesano sul budget. Hanno un valore economico sul bilancio famigliare. Uno deve pagare quando può usufruire del servizio che ha acquistato, se non può è giusto che l’amministrazione pubblica o rimborsi o proroghi: è civiltà giuridica ed economica. 

Ancora più duro Aldo Curatella (Azione): “I cittadini hanno pagato al Comune per un servizio ZTL e permesso "Strisce Blu" che non hanno potuto utilizzare a causa dell'emergenza Covid-19 ma la maggioranza 5 stelle respinge la richiesta di rimborsare i cittadini”. “Alla fine la vicinanza ai cittadini è solo una farsa, si vuol fare cassa sulla pelle delle persone rifiutandosi di rimborsare o anche solo estendere il periodo del servizio. Una vera e propria estorsione a 5 stelle” conclude il consigliere comunale di Azione.

Bocciata anche una mozione presentata da Raffaele Petrarulo (Lista Civica Sicurezza e Legalità) per lasciare libero l’accesso alla Ztl e la gratuità delle strisce blu sino a fine emergenza.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium