/ OsservaTorino

In Breve

domenica 09 maggio
mercoledì 05 maggio
domenica 25 aprile
mercoledì 21 aprile
martedì 20 aprile
giovedì 15 aprile
mercoledì 14 aprile
martedì 06 aprile
sabato 27 marzo
Domenico Beccaria
(h. 08:00)
venerdì 26 marzo

OsservaTorino | 06 febbraio 2021, 07:27

Deportazioni 2021

OsservaTorino, un punto di vista su cosa accade in città fornito da Domenico Beccaria. L'argomento di oggi? Lo sgombero dei senzatetto

Domenico Beccaria , editorialista

Domenico Beccaria

Beati quelli che hanno tutte le verità in tasca, perché io, specie su questo argomento, non saprei nemmeno da che parte iniziare a cercarle, le verità. 

Con una operazione congiunta che ha visto all'opera polizia e vigili urbani, sono stati fatti sgomberare dal centro città i senzatetto che trovano riparo sotto i portici di via Roma e dintorni; sono stati identificati, alcuni di loro sono stati segnalati alla questura perché irregolari e sono stati privati dei loro giacigli, coperte comprese, che sono finiti nei bidoni dell’Amiat

Le polemiche, in un momento di particolare sensibilità come quello che stiamo attraversando, non potevano che divampare immediate e propagarsi, come il fuoco in un pagliaio. Oggi, con la crisi che morde senza pietà strati sempre più profondi del tessuto sociale cittadino, andando ben oltre al solito target che eravamo abituati a conoscere di questi disperati senza casa e senza affetti, sono in molti a lambire o ad occupare stabilmente quel limbo di povertà ed emarginazione che è il brodo di coltura della moderna povertà figlia della pandemia.

Al di là dell'impatto emotivo, sicuramente forte, che ha suscitato l'immagine di questa povera gente fatta sgomberare dal nulla in cui viveva, rimane il problema: che fare?

Non è certamente pensabile che lo sgombero, fine a se stesso, possa rappresentare una soluzione al problema. Se li togli di lì, devi anche pensare dove sistemarli. Verrebbero in mente gli ampi spazi delle caserme dismesse dalle Forze Armate, piuttosto che gli spazi post olimpici, che da quindici anni giacciono abbandonati, in attesa di una riqualificazione che non arriva mai, magari occupati abusivamente da altri disperati. E allora perché non organizzare questa occupazione abusiva, questa disperazione disorganizzata? 

Mi rendo perfettamente conto che a qualcuno, questo spostamento forzato in luoghi così decentrati e magari lugubri, puzzi molto di deportazione o di internamento modello 2021, ma non è semplice trovare una alternativa residenziale adeguata in un momento in cui si fanno le nozze coi fichi secchi in tutti i campi dell'economia nazionale. Come si dice, piuttosto che niente, meglio piuttosto. 

Ma questo potrebbe calzare per gli homeless di forza maggiore, ovvero quelli che per strada ci sono finiti per i rovesci del destino che ha stravolto le loro vite. Ma per quelli che del vagabondaggio hanno fatto ragione di vita, simbolo di indipendenza e libertà, che si può fare? Per loro si, che una sistemazione come quella succitata sarebbe una deportazione vera e propria. Ma non è nemmeno pensabile che si possa permettere, specie ora con i pericoli di contagio e di allerta per la salute pubblica, che queste persone vivano in condizioni tali da mettere a repentaglio la salute loro ed altrui, in palese contrasto con le normative anti covid, cui ci siamo dovuti adattare tutti quanti, con grandi sacrifici. 

Un'opera di convincimento da parte di quei volontari, moderni alfieri di quella tradizione tutta torinese dei Santi Sociali, così preziosi nel portare loro conforto e affetto, oltre che coperte e cibo, che loro ben conoscono e di cui si fidano, sarebbe importantissima, basilare, nel favorire un loro inserimento in strutture di ricovero notturno. 

Solo a questo punto, dopo che ogni strada basata sulla comprensione e sulla gentilezza è stata percorsa, sarebbe possibile ipotizzare interventi coercitivi. Ma sempre con le dovute maniere e nel loro primario interesse. 

Domenico Beccaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium