Elezioni comune di Torino

 / Economia e lavoro

Economia e lavoro | 17 giugno 2021, 07:00

Perché è importante servirsi di un buon marketplace online

Ci sono delle regole di senso comune che le aziende possono utilizzare per vendere i propri beni e servizi ai propri consumatori.

Perché è importante servirsi di un buon marketplace online


Lo shopping online durante negli ultimi anni ha avuto una significativa evoluzione che ha creato una proliferazione di siti di e-commerce. Si tratta di uno specifico campo di attività commerciale che pochissimi casi ha dato vita a colossi dell’economia globale come Amazon ma in tantissimi altri si è trasformato in un fallimento.

Non esiste chiaramente una formula magica che consente ad un imprenditore di lanciare una piattaforma di commercio online vincente. Ci sono però delle regole di senso comune  che le aziende possono utilizzare per vendere i propri beni e servizi ai propri consumatori.

La prima regola è che il tempo del “far west” del web è finito. Oggi sebbene per molti sia un settore innovativo, il web è un’industria matura che in oltre 20 anni ha rivoluzionato il pianeta. Agli albori costruire e lanciare un e-commerce era un lavoro amatoriale che approfittando di un trend in fortissima crescita poteva avere successo. Oggi è necessario capitale e professionisti, business plan, avec tout le nécessaire per portare avanti e dare vita ad un progetto non dissimile dalla produzione di un’industria intesa nel senso classico.

 I mercati online collegano un acquirente e un venditore attraverso il loro sito Web o app, svolgendo il ruolo di intermediari digitali. Il proprietario e il gestore del marketplace non possiedono alcun inventario.  Il loro ruolo è quello di mostrare gli inventari di produttori al loro pubblico e facilitare le transazioni effettuate per l'acquisto dei prodotti. Più commercianti possono utilizzare il mercato per vendere i propri beni e servizi ai clienti.

Differenza tra marketplace online e negozio di e-commerce

Questi negozi online sono definiti mercati online in quanto vi sono più commercianti che vendono su un singolo mercato, marketplace appunto dove vendere beni e servizi ai clienti che stanno navigando attraverso il sito Web o l'app.

I tradizionali negozi di e-commerce, invece, vendono beni e servizi di un unico brand. Poiché i mercati online hanno più di un venditore di e-commerce, esiste una vasta gamma di offerte di prodotti che possono facilmente attirare l'attenzione della maggior parte degli acquirenti online. Questo è uno dei principali vantaggi dei mercati online: può portare a un aumento del traffico online rispetto a un sito Web di e-commerce tradizionale, il che significa una maggiore esposizione dei prodotti.

 Ciò che attrae i venditori sui marketplace è che consente un forte risparmio in termini di sviluppo di infrastruttura tecnologica, i clienti arrivano sui marketplace online shopping friendly perché non hanno bisogno di visitare un altro sito Web per completare un acquisto: possono acquistare prodotti da più esercenti contemporaneamente da un'unica piattaforma anche quando i diversi esercenti non sono collegati tra loro.

Come funziona nello specifico un negozio di marketplace online

Quando gli acquirenti online acquistano da un mercato, il commerciante interessato riceve una notifica su qualcuno che acquista i loro prodotti. Il commerciante può quindi spedire individualmente i prodotti al mercato e i prodotti ordinati dai clienti devono essere consegnati e gestiti dai mercati.

Ad esempio, in Amazon, quando un cliente ordina più prodotti da venditori diversi, i venditori devono spedire i prodotti al mercato e quindi vengono consegnati ai clienti dopo aver verificato il prodotto, etichettato e fatturato. I mercati successivamente trattano con i clienti per qualsiasi domanda relativa agli ordini e il venditore non svolge alcun ruolo nei servizi ai clienti. La vendita di beni e servizi utilizzando i marketplace online può aiutare i venditori online a ottenere una maggiore visibilità dei clienti e un aumento delle vendite rispetto alla vendita esclusivamente su un sito Web online o un'app mobile.

Un esempio su tutti è dato dalla piattaforma di Mooza, rivolta principalmente agli artigiani e al settore esclusivo del Made in Italy. E’ un marketplace alternativo dove  possiamo trovare esclusivi designer, prodotti di nicchia che vanno dall’abbigliamento al beauty, passando per i mobili di vario tipo, oggettistica d’arte, fino ad arrivare al food. Qual è l’unicità di questo portale? Mooza promuove un’idea di business ecosostenibile, volto a difendere e quindi tutelare il know how egli artigiani che qui possono trovare spazio e visibilità per vendere i loro prodotti e per farli conoscere in un mercato settoriale e di nicchia, come se l’utente che lo visita si trovasse in una dimensione da piccola boutique. Un’idea di economia dal basso capace di puntare sulla passione e sull’unicità di un modello ecosostenibile.

Conclusioni

I mercati online sono il futuro del commercio. Il marketplace è il futuro dei mercati online. Possono semplicemente trasferire i loro oneri ai venditori online che possono godere di uno spazio dedicato per gestire gli ordini effettuati e vendere i loro prodotti. Gli acquirenti online possono accedere elettronicamente all'inventario dei fornitori e alle informazioni in tempo reale dei prodotti. La sfida raccolta da alcuni è quella di puntare ad una nicchia di consumatori consapevoli dei rischi che il commercio smodato provoca alla salute del pianeta e delle persone. Clienti proattivi nei confronti dei grandi temi della nostra epoca: eco sostenibilità, diritti umani e del lavoro, tutto quello che oggi crea demarcazione tra il mondo libero e le tirannie.

Ricky Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium