/ Politica

Politica | 18 giugno 2021, 17:00

Comunali, Damilano: "Non parteciperò a nessun dibattito". Confesercenti replica: "Inaffidabile"

Il candidato sindaco del centrodestra aveva confermato la sua presenza all'incontro del 27 giugno, ma ha così motivato la sua scelta: "Dedicherò questi prossimi due mesi ad un piano di interventi quartiere per quartiere"

Paolo Damilano

Comunali, Damilano: "Fino a settembre non parteciperò a nessun dibattito pubblico"

Paolo Damilano fino a settembre non parteciperà a nessun dibattito pubblico. Ad annunciarlo è lo stesso imprenditore in una nota, che arriva a poche ore dalla sua prima uscita pubblica come candidato sindaco del centrodestra ufficiale - dopo il via libera da Roma - al mercato di corso Cincinnato. 

Uno sfilarsi dall'agone politico, ad appena cinque giorni dalla nomina con le Primarie del suo competitor più forte, il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo.

"Non è il momento delle polemiche e delle tensioni"

Una scelta che il patron di Torino Bellissima motiva così: "Ho deciso che dedicherò questi prossimi due mesi al lavoro per arrivare a settembre con un piano di interventi quartiere per quartiere da spiegare in una serie di incontri dedicati ai torinesi, ai miei concittadini, che sono il motivo per cui ho iniziato questo progetto".

 "Non è il momento - aggiunge - delle polemiche sterili e personalistiche, delle liti, delle tensioni, ma è necessario essere pronti ad agire subito se saremo scelti dagli elettori".

Niente dibattito organizzato da Confesercenti

Damilano non parteciperà quindi neanche al dibattito organizzato per domenica 27 giugno da Confesercenti, dove aveva già da giorni confermato la presenza. 

La replica di Banchieri: "Inaffidabile"

Non si è fatta attendere la replica di Confesercenti, che ha emesso una nota dai toni molto duri: "Si tratta - dice il Presidente Giancarlo Banchieri - di una prova di completa inaffidabilità, che va al di la del semplice violazione del galateo istituzionale. Le motivazioni addotte sono risibili e francamente imbarazzanti da parte di chi ambisce a guidare una grande città come Torino. Prendiamo atto che il signor Damilano si sottrae al confronto sui temi del commercio e del turismo: è sperabile che se ne ricordino gli operatori il giorno delle elezioni".

Le reazioni politiche. Lo Russo: "Mai scappare al confronto"

E arriva anche il commento del candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo: "In questi anni di esperienza in Consiglio Comunale una cosa l’ho imparata: non bisogna mai scappare dal confronto, perché è anche dalla capacità di ascoltare chi può avere idee diverse dalla nostra e dal dibattito pubblico che ne scaturisce che nascono i progetti migliori per la Città. Spero proprio che il mio avversario ci ripensi".

"Damilano rimanda a Settembre ogni confronto e promette di studiare", il commento sarcastico di Marco Grimaldi (Luv). "Avevo colto che la palestra di Film Commission non fosse sufficiente, anche perché non si possono regalare 100 bottiglie di vino a ogni torinese. Se si farà dare ripetizioni dai consiglieri Marrone e Ricca non andrà molto lontano”.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium