/ Eventi

Eventi | 23 giugno 2021, 17:20

Appendino all'ultimo Salone: "Un patrimonio da difendere, come da 30 anni in qua"

La sindaca si congeda dal grande evento ("Poi me lo godrò da mamma") e formula un augurio: "Che viva un futuro più semplice rispetto alle edizioni durante il mio mandato"

Chiara Appendino

Appendino all'ultimo Salone: "Patrimonio da difendere"

"Spero che il Salone del Libro abbia un futuro più semplice rispetto alle edizioni che ho vissuto io da sindaca. Qualche anno fa abbiamo seriamente rischiato di perderlo, non dimenticherò mai quell'edizione quando eravamo qui a guardare le fila fuori, all'apertura dei cancelli". Così Chiara Appendino si prepara all'ultimo sprint - ballottaggio permettendo - per la grande manifestazione culturale di Lingotto Fiere.

"Rientrare nel polo fieristico - prosegue - è emozionante per tutti, ma soprattutto è emozionante farlo parlando di libri. Tutti sono stati in grado di dare una risposta coraggiosa pur di arrivare a questo traguardo".

"Di certo - aggiunge Appendino - come è da 30 anni a questa parte, si tratta di un evento che vive nel suo parallelismo con Milano. Anche quando è nato ci fu polemica con chi lo avrebbe voluto in Lombardia. Ma è più di trent'anni che questa città lo rivendica, ci investe e dobbiamo continuare a difenderlo e tutelarlo come comunità e come abbiamo fatto già in passato. Personalmente tornerò a godermelo da mamma".

Massimiliano Sciullo e Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium