/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 26 giugno 2021, 09:04

I sindacati scendono in piazza: "Prorogate il blocco dei licenziamenti". A Torino arriva Landini

Dalle 10, manifestazioni in contemporanea anche a Bari e Firenze. Alle 12 l'intervento del Segretario della Cgil

I sindacati scendono in piazza: "Prorogate il blocco dei licenziamenti". A Torino arriva Landini

Proroga del blocco dei licenziamenti almeno fino al prossimo 31 ottobre: è quanto chiedono i sindacati Cgil, Cisl e Uil, che stamattina dalle 10 manifestano contemporaneamente in tre città: Torino, Firenze e Bari.

Le tre manifestazioni saranno collegate tra loro e si collegheranno via maxi-schermo, in modo che tutti possano sentire gli interventi dei Segretari Generali delle tre confederazioni: Pier Paolo Bombardieri (Uil) da Bari, Luigi Sbarra (Cisl) da Firenze e, infine, intorno a mezzogiorno, Maurizio Landini (Cgil) da Torino. In particolare, in piazza Castello, dove da settimane sono in presidio i lavoratori ex Embraco, anche loro a rischio licenziamento definitivo proprio dal 1° luglio, è attesa la partecipazione delle delegazioni sindacali provenienti da tutte le regioni del Nord: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige.

La fine del blocco generalizzato dei licenziamenti, se non arriverà la proroga, scatterà dal primo di luglio. I sindacati, che vorrebbero posticipare la data di almeno altri 4 mesi, chiedono anche una riforma degli ammortizzatori sociali e nuove politiche attive per il lavoro.

"È necessario - scrivono Cgil, Cisl e Uil - ribadire con fermezza i contenuti della piattaforma unitaria su: lavoro, occupazione, coesione, sviluppo, fisco, pensioni, non autosufficienza, rinnovo dei contratti pubblici e privati, riforma pubblica amministrazione e scuola, della cultura e del turismo. È fondamentale, inoltre, che ci sia da parte delle istituzioni la volontà di attuare un piano serio ed efficace che sia in grado di utilizzare le risorse del Pnrr al fine di creare una stabile connessione tra investimenti e occupazione, coinvolgendo in maniera significativa con una governance partecipata e preventiva le Parti Sociali".

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium