/ Sanità

Sanità | 29 luglio 2021, 17:18

Sanità, il Nursind lancia l'allarme: "A Chivasso, Ivrea e Ciriè mancano i posti letto nei pronto soccorso"

Lo denuncia Giuseppe Summa, segretario provinciale, puntando il dito contro la chiusura del pronto soccorso di Cuorgnè

Pronto Soccorso - immagine d'archivio

Pronto Soccorso - immagine d'archivio

"Nell'Asl To4 mancano medici, infermieri e inizia ad esserci una carenza di posti letto". E' un vero e proprio allarme quello che Giuseppe Summa, segretario provinciale del Nursind, lancia per i pronto soccorso di Ciriè, Ivrea e Chivasso. Presidi sanitari dove, secondo il sindacato, il personale sarebbe costretto a lavorare 12 ore di fila e a saltare giorni di riposo.

"La chiusura del Pronto Soccorso di Cuorgnè sta mettendo k.o. Ivrea e Ciriè, dove ci sono barelle in attesa ovunque, senza possibilità di garantire il distanziamento e numerosi pazienti in codice bianco a lamentarsi delle tante ore d'attesa" prosegue Summa. Da qui l'appello del sindacato alla Regione: "Chiediamo di lavorare per trovare soluzioni tempestive, insieme. Non possiamo contare solo a dire che mancano medici: oltre alle assunzioni, per le quali ci si sta muovendo, occorrono posti letto e una medicina territoriale che funzioni" conclude.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium