Eventi | 25 settembre 2021, 13:43

Le coriste del Regio di Torino per aiutare la popolazione afghana

Domani concerto di beneficenza per Emergency alla Basilica di San Maurizio di Pinerolo

Gino Strada

Gino Strada

Le coriste del Teatro Regio di Torino, accompagnate al pianoforte dal maestro Carlo Caputo, si esibiranno per raccogliere fondi da destinare agli ospedali di Emergency in Afghanistan: presidi che, in più di 40 anni di guerra, non hanno mai interrotto le attività di assistenza e cura gratuita offerta alle centinaia di migliaia di persone che si contano tra feriti e mutilati. Il concerto di domani, domenica 26 settembre, alle 21, testimonianza di concreto impegno sociale e vicinanza alle vittime della guerra: “È stata un’idea delle coriste – racconta Chiara Lauritano, referente di Emergency a Pinerolo – che, vista la violenza che si stava consumando in Afghanistan, si sono chieste in che modo potessero dare il proprio contributo. Il progetto si è poi delineato grazie alla combinazione di una serie di eventi susseguitisi nella settimana di ferragosto: la scomparsa di Gino Strada, la capitolazione dell’Afghanistan e l’incontro con il vescovo di Pinerolo, Derio Olivero. Accolta e sostenuta l’iniziativa, è stato lo stesso Derio ad invitare le coriste ad esibirsi alla Basilica di San Maurizio, più capiente e di maggior risonanza pubblica”. Il coinvolgimento di Emergency è successivo: “Si sono rivolte poi a noi come associazione a cui devolvere il ricavato, essendo tra le poche ad operare ancora in Afghanistan”. A copertura dei costi, le coriste si sono infine appoggiate alla Cgil Piemonte. “Un prezioso contributo è stato dato anche dal ‘Corelli', che ha messo a disposizione strumenti e consigli per la riuscita del concerto, che proporrà un repertorio di musica sacra”.

Sarà possibile contribuire alla causa anche facendo una donazione attraverso la pagina Facebook ‘Emergency Pinerolo’ o dal sito Internet di Emergency, con causale ‘Afghanistan Pinerolo’.

Per informazioni e prenotazioni contattare, via sms o Whatsapp, il numero 347 033 4514. L’evento è a ingresso libero con obbligo di mascherina e green pass. 

Veronica Signoretta

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium