/ Cronaca

Cronaca | 13 gennaio 2022, 14:10

Aggressioni al Duomo la notte di Capodanno, per il giovane torinese chiesta la convalida del fermo

Intanto sembrano spuntare altri casi. I pm di Milano: "I fermati guidavano il branco e avevano selezionato le prede"

capodanno duomo - foto di archivio

Aggressioni al Duomo la notte di Capodanno, per il giovane torinese chiesta la convalida del fermo

Sono stati coloro che hanno dato il via alle aggressioni in piazza Duomo la notte di Capodanno ai danni di sei delle nove ragazze, Mahmoud Ibrahim e Abdallah Bouguedra, i due giovani fermati a Milano e a Torino nell'indagine della Procura per violenza sessuale di gruppo, rapina e lesioni.

"Guidato il branco e selezionato le prede"

Secondo la ricostruzione del pm Alessia Menegazzo e dell'Aggiunto Letizia Mannella, sono stati loro che avrebbero selezionato e abbordato, con una scusa o con molestie, le 'prede'. Dopo di che avrebbero chiamato i loro amici per accerchiarle. Mentre le vittime si tenevano per mano per cercare di stare unite, proteggersi e tentare di mettersi in salvo, gli aggressori le avrebbero divise. Una volta separate, sono state violentate una per una da una parte del gruppo mentre l'altra parte, per confondere le forze dell'ordine, avrebbe fatto muro circondando la scena per nascondere quel che stava accadendo.

Possibili altri casi, presto sentite studentesse aggredite

Un muro di persone che gridava quasi in coro per far credere che si stesse festeggiando. Gli inquirenti, come emerge dal decreto di fermo, ritengono che i due ora in carcere siano coloro che hanno dato inizio alle aggressioni e avrebbero "incitato" gli amici a mettere in atto le violenze sessuali di gruppo avvenute con il "medesimo modus operandi". Intanto l'inchiesta va avanti per individuare eventuali altre vittime e aggressori e per chiarire definitivamente l'episodio ai danni delle due studentesse tedesche che la prossima settimana dovrebbero essere sentite.

Chiesta la convalida del fermo per il giovane torinese

 

La convalida del fermo e l'emissione di un ordine di custodia cautelare è stata chiesta dalla Procura di Torino per Abdallah Bouguedra. Verso il giovane sono mosse le accuse di concorso in violenza di gruppo su due ventenni e di concorso in rapina a una di loro. Potrebbe profilarsi, in una fase successiva del procedimento, anche la contestazione di lesioni ai danni di un giovane che era intervenuto per proteggere le ragazze e ha riportato la frattura di un pollice.

Nel decreto di fermo la procura ha sottolineato la "spiccata pericolosità" di Bouguedra ipotizzando che "potrebbe commettere delitti della stessa indole anche sfruttando la forza di intimidazione del violento gruppo di cui fa parte".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium