/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 26 giugno 2022, 07:00

Cosa vedere a Torino? Itinerario nel centro storico

Secondo i dati estrapolati dall’Osservatorio turistico regionale, la nostra incantevole Torino è, per gli stranieri ma anche per i connazionali, tra le mete culturali e artistiche più gettonate d'Italia.

Cosa vedere a Torino? Itinerario nel centro storico

Secondo i dati estrapolati dall’Osservatorio turistico regionale, la nostra incantevole Torino è, per gli stranieri ma anche per i connazionali, tra le mete culturali e artistiche più gettonate d’Italia.

Visitando il centro storico, facilmente raggiungibile a piedi, il turista potrà tuffarsi dove modernità e tracce del passato s’incontrano, dando vita a un mix di eccezionale bellezza e fascino.

Torino: dalla sua fondazione ai giorni nostri

La città di Torino, capoluogo piemontese alle cui spalle fanno da cornice le imponenti Alpi, fu fondata nel III secolo a.C. dai Taurini. Da colonia romana pedemontana, grazie alla sua fama sempre crescente, nel tempo si trasforma in Capitale del Ducato dei Savoia. Verrà successivamente riconosciuta come Capitale del Regno di Sardegna, fino a raggiungere il titolo di prima Capitale del Regno d'Italia.

Oggi Torino si presenta come una ricca metropoli industriale vitale e al passo coi tempi. Importante capitale del cinema, grazie al suo primato sul numero di sale cinematografiche distribuite sul territorio rispetto alla densità di popolazione, e dell’automobile, titolo dovuto allo storico marchio Fiat che ha permesso alla città di far conoscere la sua forza industriale in tutto il mondo. Ma il potere e il prestigio che questa città ha rivestito in passato ha lasciato tracce indelebili nel tempo.

Alcune tra le più belle opere d’arte e maestosi monumenti, come i palazzi reali teatro dell’Unità nazionale, sono il cuore pulsante della città. Scopriamo insieme cosa vedere nel quartiere storico di Torino, un nucleo di bellezza facilmente percorribile a piedi o in bicicletta.

Quali sono i siti torinesi raggiungibili a piedi e cosa offrono ai visitatori.

Attraversando le vie del quartiere storico di Torino, le stesse che hanno visto in passato il passaggio di importanti imperatori, il visitatore potrà immergersi in un mondo dove modernità e passato stupiscono a pari merito.

Percorrendo via Roma, in particolar modo, si può osservare come l’arte del passato abbracci il presente, grazie ai tipici portici e gli edifici di architettura razionalista, che custodiscono infinite occasioni di shopping grazie alla miriade di negozi presenti.

La via, spina centrale della città, permette l'accesso alle tre piazze principali.

Una di queste è Piazza San Carlo, sontuosa costruzione in stile barocco denominata il salotto di Torino, che accoglie i visitatori al suo ingresso con le Chiese Gemelle di Santa Cristina e San Carlo Borromeo. Il monumento centrale della piazza, dedicato a Emanuele Filiberto di Savoia, con il suo cavallo di bronzo è uno dei simboli della città. Lo storico Caffè San Carlo può essere sicuramente un’occasione di ristoro e di meraviglia, grazie alla sua straordinaria bellezza. Inoltre, nella piazza è possibile degustare le bontà dell’arte pasticcera tradizionale presso i laboratori artigianali.

Custode di alcuni monumenti dichiarati Patrimonio dell'Unesco è la famosa Piazza Castello.

Al suo interno è possibile ammirare il Teatro Regio, un teatro lirico tra i più importanti della nazione. Residenza ufficiale dei Savoia, Palazzo Madama prende il nome dalle due Madame reali che vi regnarono. Ospita oltre settantamila opere di vario genere nel Museo Civico di Arte Antica.

Altro edificio di grande importanza storica è il Palazzo Reale, fulcro del potere riconosciuto alla famiglia sabauda. Al suo interno è possibile visitare la Galleria Sabauda, con oltre cinquecento opere del periodo rinascimentale. Da non perdere anche l’Armeria Reale e il Museo Archeologico, nonché il prezioso autoritratto a sanguigna di Leonardo da Vinci, situato nella Biblioteca Reale.

Irrinunciabile la visita alla Cattedrale di San Giovanni Battista, il Duomo di Torino. Di stile rinascimentale, la Cattedrale regala la vista di uno dei più misteriosi reperti al mondo, la Sacra Sindone, custodita nell’imponente Cappella del Guarini.

Osservando lo skyline della città è impossibile non notare la maestosità della Mole Antonelliana, altro monumento simbolo di Torino che sembra dividere in due metà il panorama alpino. L’edificio, con una base quadrata di 50 metri per lato, si eleva per un’altezza di 167,5 metri, percorribili grazie ai 650 gradini, o all’Ascensore Panoramico. Al suo interno ospita l’unico museo cinematografico italiano, il Museo Nazionale del Cinema.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium