/ Attualità

Attualità | 06 luglio 2022, 16:08

Al via riqualificazione energetica di 800 edifici comunali: Palazzo Civico risparmia 7 milioni in bolletta

Iren investirà 110 milioni di euro. Previsti interventi nelle scuole, impianti sportivi ed edifici culturali

palazzo civico - foto di archivio

Al via riqualificazione energetica di 800 edifici comunali: Palazzo Civico risparmia 7 milioni in bolletta

Nel 2023 partirà il piano di Iren da 110 milioni per riqualificare 800 immobili della Città di Torino entro 2029, rendendoli più efficienti dal punto di vista energetico. L'operazione - illustrata questa mattina dal sindaco Stefano Lo Russo e dal Presidente di Iren Luca Dal Fabbro - permetterà al Comune di risparmiare almeno di 7 milioni all'anno in bolletta, alla fine dei sette anni.  Calcolando i prezzi attuali, il risparmio raddoppia e arriva a 14 milioni. Un taglio del 33%, al termine dei lavori, sui costi dei consumi. 

Lo Russo: "Risparmio di immissioni di 16 mila auto" 

"Il primo obiettivo - ha commentato il sindaco Lo Russo - è il risparmio energetico. Il secondo elemento è di carattere ambientale: meno consumi, meno gas serra produci. Gli interventi permetteranno di risparmiare l'equivalente delle immissioni annuali di 16 mila automobili, stimabili in circa 20mila tonnellate annue di CO2. Bisogna dare una risposta strutturale, non transitoria, al necessità di ridurre questo gas inquinante". 

La mappa degli interventi 

Ad essere interessati dagli interventi 800 edifici, tra cui 500 sono prioritari ed includono: 323 edifici scolastici (159 materne/asili nidi, 164 elementari), 75 uffici, 55 sedi di servizi socio-ricreativi e socioterapeutici, 25 impianti sportivi e 13 edifici culturali. In elenco figurano Palazzo di Città, il Pala Ruffini, gli assessorati al verde e alla transizione ecologica di via Corte d'Appello, il Comprensivo "N.Tommaseo" ed il Centro giovani "CPG Torino"

Gli interventi 

Il progetto prevede la realizzazione di cappotti, di sistemi di isolamento termico e di impianti solari termici e fotovoltaici, la sostituzione delle centrali termiche attualmente in uso con caldaie a condensazione, il rifacimento dei serramenti e dell'illuminazione interna ed esterna degli edifici. Nella gestione del progetto saranno impegnati circa 100 persone, fino a oltre 400 lavoratori nella fase di maggiore operatività. 

Investimento a carico di Iren

"L'investimento è a totale carico di Iren - ha spiegato il Presidente Luca Dal Fabbro - e sarà recuperato grazie al risparmio energetico dovuto all'efficientamento. Torino non sborserà un euro e potremo ripetere questa operazione in altre città dove siamo presenti".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium