/ Politica

Politica | 29 settembre 2022, 09:59

Parco Gran Paradiso, Valle (Pd): "Turismo sostenibile e marchio di qualità sono le strade giuste"

Il vice Presidente del Consiglio regionale in visita a Ceresole Reale ha incontrato il Direttore Bassano, amministratori locali e imprenditori del Parco

tre persone passeggiano al Parco del Gran Paradiso di spalle

Nuove prospettive per il parco del Gran Paradiso

"A cento anni dalla sua istituzione, tutti sono oramai consapevoli che vivere nel Parco Nazionale del Gran Paradiso rappresenta un’importante opportunità, in termini di attrattività turistica e di ricadute economiche". Lo afferma il vice Presidente del Consiglio regionale del Piemonte Daniele Valle che, in occasione dei cento anni dall’istituzione del primo parco nazionale italiano (era il 3 dicembre del 1922), ha incontrato a Ceresole Reale il Direttore del PNGP Bruno Bassano, amministratori locali, e alcuni operatori economici che hanno aderito al marchio di qualità del Parco: un artigiano, un ristoratore ed un albergatore della zona. "Ho avuto modo di approfondire le tematiche e le prospettive del Parco, in particolare il lavoro di promozione e la diffusione del “marchio di qualità” per esercenti ed artigiani. Da tutti sono stati evidenziati i vantaggi di stare dentro al Parco, che rappresenta un’opportunità ed è sempre meno vissuto come una limitazione. Il Parco ha lavorato molto a migliorare la relazione con i residenti e le amministrazioni. Anche grazie al “marchio di qualità” si riescono a portare turisti da tutta Italia e da tutto il mondo, dal Nord Europa fino all’Australia".

"Il PNGP ha saputo coniugare nel suo secolo di vita la tutela dell’ambiente con la promozione del territorio, e questa è la strada che ci piace e che come Consiglio regionale continueremo a sostenere: è una esperienza che i nostri parchi regionali possono mutuare. Chi viene a visitare il Parco sa che trova la bellezza della natura, una straordinaria biodiversità, cibo di qualità e prodotti del territorio, proposte per adulti e per bambini. Il Gran Paradiso è la dimostrazione di quanto una proposta di turismo sostenibile, se ben promossa, possa essere apprezzata a livello internazionale, con ricadute significative per l’economia locale. Certamente occorre ancora lavorare, in particolare potenziare la promozione e lavorare “in rete” con altri Parchi piemontesi e non solo, ma il PNGP ha dimostrato di portare davvero bene i suoi primi 100 anni e merita vicinanza e sostegno da parte di tutte le istituzioni, in primis dalla Regione Piemonte".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium