/ Sanità

Sanità | 21 ottobre 2022, 16:01

Nuovo pronto soccorso al Giovanni Bosco: nuovi ambulatori e percorsi covid separati

Investimento da un 1 milione e 600 mila euro. Nell'ex Dea aree di trattamento pazienti e spazi per gli specialisti

Nuovo pronto soccorso al Giovanni Bosco: nuovi ambulatori e percorsi covid separati

Taglio del nastro per il nuovo pronto soccorso del San Giovanni Bosco: questa mattina è inaugurato ufficialmente l’ampliamento del DEA, situato al pianterreno e accanto a quello attuale. I lavori di costruzione, dal costo complessivo di un milione e 600 mila euro, hanno preso il via nell’ottobre 2020 e sono stati suddivisi in due fasi.

Gli interventi

Nella prima sono stati rifatti il percorso esterno e la nuova camera calda. Nella seconda si è proceduto all’allargamento del Pronto Soccorso, che ha le seguenti caratteristiche: miglioramento dei percorsi, con particolare attenzione alla separazione tra quelli no-covid e covid; ambienti ad elevata qualità “alberghiera”; ottimizzazione dei consumi energetici. L’ampliamento ha permesso di aggiungere studi per il lavoro di back office del personale medico ed infermieristico e magazzini. A questi si affiancano spazi per la gestione dei pazienti come una nuova sala d’aspetto, ambulatori di triage, di ortopedia, di codice a basso impatto  e una stanza di decontaminazione.

I lavori nell'ex Pronto Soccorso

Grazie a questi interventi è stato riorganizzato l’ex Pronto Soccorso con la creazione di aree di trattamento pazienti, nuovi ambulatori per le valutazione degli specialisti, la restituzione alla Radiologia di locali utilizzati finora per l'emergenza Covid e il ritorno dell'ambulatorio di ortopedia.

I commenti

“L’emergenza pandemica – ha sottolineato il direttore dell’Asl Città di Torino Carlo Picco – ci ha imposto di rivedere l’organizzazione complessiva del Pronto Soccorso per garantire il massimo grado di sicurezza per i pazienti”. Picco ha poi ricordato come siano previsti altri cantieri per l’ampliamento della terapia intensiva “che renderanno ancora più forte questo ospedale". ". "Avere locali rinnovati dà dignità al lavoro del personale e risposte ai cittadini" ha sottolineato l'assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi. Soddisfatto del rinnovamento degli spazi il Presidente della Circoscrizione 6 Valerio Lomanto: “Il territorio è molto legato all’ospedale e questo intervento avrà un impatto positivo sulle persone”.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium