/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 03 marzo 2023, 15:13

Case popolari, a marzo per 4.340 famiglie un bonus riscaldamento per combattere i rincari delle bollette

Lo sconto oscilla dai 250 ai 350 euro. L'iniziativa è stata varata da Exe.gesi, società in house di Atc Piemonte Centrale che si occupa dei servizi energetici e la manutenzione negli alloggi di edilizia sociale

calcolatrice soldi e bollette

Un'iniziativa da Atc Piemonte per contrastare il caro bollette

Più di quattromila famiglie che vivono nelle case popolari di Torino e dell’area metropolitana riceveranno nella bolletta di marzo uno sconto una tantum sulle spese per il riscaldamento. Si tratta di un’iniziativa fortemente voluta da Exe.gesi, società in house dell’Atc del Piemonte Centrale che si occupa dei servizi energetici e manutentivi negli alloggi di edilizia sociale. 

Dai 250 ai 350 euro direttamente in bolletta, senza richieste

Il bonus riscaldamento punta a limitare almeno in parte i maggiori costi sostenuti dalle famiglie nella precedente stagione termica 2021-2022, dovuti, come noto, al forte incremento del prezzo delle materie prime energetiche. Il valore del contributo, che i residenti delle case popolari troveranno direttamente in bolletta, senza bisogno di presentare alcuna domanda, varia da 250 a 350 euro a famiglia, in base al tipo di fornitura (più alto nel caso del teleriscaldamento che non ha potuto beneficiare delle agevolazioni fiscali applicate alle altre fonti energetiche).

Un contributo per 4340 famiglie

Circa un centinaio gli impianti interessati che forniscono il calore a 4340 famiglie: oltre a quelli per il teleriscaldamento gestiti da Exe.gesi in alcuni quartieri popolari (nell’area di via Arquata e corso Taranto a Torino, ad esempio, e in via Monti a Chieri), ci sono anche più di 40 centrali termiche per i servizi di riscaldamento in diverse zone di Torino e dei Comuni limitrofi.


[Fabio Tassone, ad di Exe.Gesi]

"Sono molto soddisfatto – dichiara Fabio Tassone, amministratore delegato di Exe.Gesi e vicepresidente Atc – dello sforzo che la società, in collaborazione con Atc, ha inteso mettere in campo per aiutare chi vive nelle case popolari a far fronte al caro bollette. Si tratta di un intervento che non pretende naturalmente di essere risolutivo, ma si rivolge a quegli ambiti che finora meno hanno beneficiato di misure di sostegno da parte del Governo, con l’obiettivo di fornire un aiuto concreto, immediatamente fruibile, a tante famiglie già in situazioni di difficoltà e messe a dura prova dai rincari, se si pensa che il riscaldamento incide per oltre il 50 per cento sul valore complessivo di una bolletta".
 

"Per la spesa legata al riscaldamento – spiega il presidente dell’Atc del Piemonte Centrale, Emilio Bollain bilancio abbiamo previsto uno stanziamento di 30 milioni contro i 15 della stagione precedente; stiamo inoltre lavorando per migliorare l’efficienza energetica dei nostri alloggi, sfruttando i fondi del Superbonus 110% e del Pnrr, per contribuire a ridurre il più possibile i costi a carico delle famiglie".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium