/ Eventi

Eventi | 13 marzo 2023, 10:13

L’incredibile avventura di Francesca Maritano in scena a Cumiana

Il 18 e 19 marzo lo spettacolo basato sul suo racconto autobiografico

Francesca ed Evasio nel giorno del matrimonio

Francesca ed Evasio nel giorno del matrimonio

Una donna che solo con la propria determinazione e il proprio coraggio ottenne l’impossibile, in un tempo dove ogni speranza era negata: questa era la cumianese Francesca Maritano. La sua storia sarà in scena sabato 18 e domenica 19 marzo, con uno spettacolo a cura di Anpi Cumiana, Noi Pieve e 3D Teatrocumiana.

Francesca Maritano sposa suo marito, Evasio Salio, il 25 febbraio 1943: una settimana dopo lui riceve la lettera di precetto, e dopo mesi di silenzio Francesca riceve da lui una cartolina da un campo di concentramento in Germania. Nell’estate del ’44 ‘La Stampa’ dà notizia che le donne sposate possono raggiungere i mariti in Germania: Francesca decide di partire, e viene portata in un campo a Innsbruck, ma il marito è a 2000 chilometri di distanza, in Polonia. Francesca inizia uno sciopero della fame, chiedendo di essere portata dal marito o in Italia, e dopo tre giorni viene accompagnata a Danzica, da cui da sola riesce a raggiungere il campo di Elbing e a ritrovare Evasio, diventato un Imi, Internato militare italiano. I due ottengono una camera con due brande e che Francesca lavori al posto del marito, bisognoso di cure mediche. In un vortice di paura e felicità, scoprono di aspettare un bambino. Il 24 gennaio 1945 vengono armati dai nazisti contro i russi in arrivo, e iniziano la ritirata spostandosi di campo in campo in Polonia. Ad aprile arrivano nel campo di raccolta di Rogòwko, presso Toruń, dove il 7 settembre nasce il loro figlio Sergio: tre settimane dopo la famiglia riesce a tornare in Italia e riabbracciare i propri cari.

“È una storia che lascia a bocca aperta tutti coloro che la sentono – afferma Giorgio Gianre, sceneggiatore e regista de ‘L’avventura di Francesca’ –: ci sembra impensabile che una donna, in un periodo storico come quello, possa aver ottenuto esattamente ciò che voleva, salvando se stessa, suo marito e il loro figlio solo con la sua determinazione e il suo coraggio. È una figura che merita di essere conosciuta, e la sua storia tramandata, anche come esempio ai giorni nostri”. Oltre allo spettacolo, l’Anpi di Cumiana renderà disponibile la ristampa del racconto scritto da Francesca Maritano, stampato inizialmente dal gruppo anziani di Giaveno, dove lei trascorse i suoi ultimi anni, nel 1995. Il racconto sarà acquistabile con un’offerta direttamente allo spettacolo, e farà parte della collana ‘I Ricci – I Quaderni dell’Anpi di Cumiana’.

La rappresentazione, entrambe le serate alle 21 al Salone Parrocchiale di Cumiana in via Salita alla Parrocchia 10, sarà accompagnata dalle musiche del Quartetto di fiati della banda comunale di Cumiana ‘Vittorino Dovis’. “Non è stato facile adattare lo scritto per il teatro – ammette Gianre –, e in particolare la seconda parte, con il viaggio e l’esperienza del campo. Abbiamo preso spunto anche da ‘La Tregua’ di Primo Levi, usandone alcune citazioni per le battute di Evasio: ci sono molti elementi comuni nelle narrazioni del ritorno, e ogni piccola storia fa parte di quella grande. Abbiamo cercato di rendere i momenti più salienti ed emozionanti, ricordando anche ciò che scrisse la stessa Francesca: in molti, magari con la sua stessa determinazione, quel viaggio di ritorno non l’hanno mai compiuto”. Sono esauriti i posti per sabato: per prenotare per la domenica telefonare all’Edicola Matteo allo 011 905 8055.

Rosa Mosso

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium