/ Sanità

Sanità | 20 marzo 2023, 11:03

L’ospedale San Luigi si dota del sistema robotico “Diego”: realtà aumentata e interazione per una nuova fisioterapia

Giovedì 23 marzo a Rivalta la presentazione del progetto, realizzato grazie al contributo dei Lions

ospedale san luigi

L’ospedale San Luigi si dota del sistema robotico “Diego”

Il reparto di Medicina Fisica - Neuroriabilitazione dell'ospedale "San Luigi Gonzaga" di Orbassano si arricchisce di un nuovo strumento: il sistema robotico “Diego”. Un macchinario che per la riabilitazione monolaterale e bilaterale e il recupero della mobilità delle braccia permette anche giochi di realtà virtuale. Un nuovo servizio di cui i pazienti potranno usufruire grazie a un cofinanziamento tra la Onlus San Luigi, l’Azienda San Luigi e il contributo di 20 Club Lions di Torino e provincia che hanno come capofila il Lions Club Torino Monviso. Il prezzo del braccio robotico “Diego” è pari a 73.200 euro in totale.

A Rivalta di Torino, giovedì 23 marzo alle 12:30, “Diego” verrà presentato presso la cappella del Monastero in via Balegno 2. Sarà anche l’occasione per consegnare le targhe agli esercenti rivaltesi che si sono distinti nel sostegno al progetto Lions vendendo i biglietti della Lotteria per il Natale 2022. Saranno presenti i rappresentanti dei Lions, dell’ospedale, del Comune di Rivalta di Torino e di ACARC (Associazione Commercianti e Artigiani Rivalta Capoluogo).

L’acquisizione del sistema robotico “Diego” nasce nell’ambito dello sviluppo entro il reparto di Neuroriabilitazione dell’ospedale San Luigi Gonzaga di una palestra riabilitativa automatizzata con apparecchiature ad alta tecnologia. Il nuovo strumento sarà a disposizione di tutti quei pazienti che presentano deficit funzionali agli arti superiori, sia a causa di problematiche di origine neurologica che ortopedica.

“Diego” sarà utilizzabile in carrozzina, direttamente dal letto oppure in abbinamento a un tavolo terapeutico interattivo e multisensoriale di cui il reparto dell’ospedale già dispone. Consentirà ai pazienti di fare fisioterapia alleggerendo il peso del braccio e lasciando al fisioterapista la scelta tra l’esecuzione di task riabilitativi con oggetti reali o l’interazione con giochi di realtà virtuale. La necessità di dotare il reparto di Medicina Fisica – Neuroriabilitazione di questo prezioso strumento è stata manifestata dal direttore dello stesso, la dottoressa Sabrina Dal Fior.

Seguendo il motto “Dove c’è bisogno, c’è un Lions” i volontari del Club Torino Monviso si sono subito mobilitati insieme a tanti altri per dare la possibilità alle persone traumatizzate di recuperare la mobilità nel modo più efficace possibile.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium