/ Politica

Politica | 28 marzo 2023, 21:39

Figli coppie gay, i sindaci: "Serve incontro col Governo, bisogna contrastare ogni discriminazione"

Confronto tra i sindaci Lo Russo, Gualtieri (Roma), Sala (Milano), Manfredi (Napoli), Lepore (Bologna), Nardella (Firenze) e Decaro (Bari)

bandiera arcobaleno

Figli coppie gay, i sindaci: "Serve incontro col Governo"

"Nell’attesa di una legge, noi sindaci ribadiamo la volontà di agire collettivamente nell’esclusivo interesse dei minori, procedendo alla trascrizione integrale dei certificati di nascita costituiti all’estero con due mamme, non riconducibili a una gestazione per altri, chiaramente esclusa dalla legge". È questa la richiesta al Governo dei sindaci di Roma Roberto Gualtieri, di Milano Beppe Sala, di Napoli Gaetano Manfredi, di Torino Stefano Lo Russo, di Bologna Matteo Lepore, di Firenze Dario Nardella, di Bari Antonio Decaro, al termine dell'incontro via videocall che si è svolto questa sera sugli figli di coppie omogenitoriali.

Un confronto arrivato dopo lo stop a Milano alle trascrizioni anagrafiche dei figli di coppie gay e lesbiche. Il sindaco Beppe Sala, su richiesta del prefetto Renato Saccone, è stato costretto ad interrompere l'iscrizione anagrafica dei bambini di coppie omogenitoriali. 

Incontro con Meloni e Piantedosi 

I sindaci delle grandi città chiedono quindi un incontro urgente con la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi per affrontare i problemi. Tra le priorità, come indicano gli amministratori in una nota congiunta, anche "il matrimonio egualitario con il conseguente accesso alle adozioni, così come previsto per le coppie eterosessuali".

"Vita famigliare persone LGBT+ non riconosciuta" 

"La vita famigliare delle persone LGBT+ - spiegano - risulta, nell’assetto normativo attuale, non ancora compiutamente riconosciuta, generando disparità di trattamento nel quadro dell’Unione Europea".

"Per questo consideriamo fondamentale contrastare ogni discriminazione e garantire pienamente i diritti dei figli delle coppie omogenitoriali, e sentiamo forte la necessità di azioni comuni" concludono i sindaci, che danno appuntamento poi al 12 maggio al Regio di Torino dove è previsto un confronto sul tema dei figli delle coppie gay.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium