/ Attualità

Attualità | 14 aprile 2023, 18:20

Domani l'orgoglio disabile scende in piazza per la prima edizione del Disability Pride Torino

Il Coordinamento accoglie favorevolmente le parole del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ed esprime soddisfazione per il patrocinio

foto disability pride

Domani la prima edizione del Disability Pride Torino (foto di Daniele Degiorgis)

Il conto alla rovescia sta per terminare e domani, sabato 15 aprile, sarà tempo di Disability Pride Torino: una manifestazione volutamente colorata, rumorosa e con un'atmosfera di festa, che porterà a sfilare sulle strade e nelle piazze del centro della città l'orgoglio delle persone disabili e neurodivergenti.

Superare gli stereotipi e i pregiudizi

"L'orgoglio di essere e di mostrarsi al mondo per come si è e come si vuole, ognuno e ognuna con il proprio corpo, la propria mente e la propria identità", sottolinea il Coordinamento del Disability Pride Torino. "Uno degli obiettivi principali della manifestazione è quello di superare gli stereotipi e i pregiudizi creati da una società che, non riconoscendo il valore della diversità, tende ad escludere e discriminare tutto ciò che si discosti dalla norma socialmente accettata di abilità, concetto riassunto dal termine abilismo. Il tutto avverrà seguendo lo spirito delle parate già attive sia a livello nazionale che internazionale, nate più di 30 anni fa negli Stati Uniti su impulso dei movimenti per i diritti delle persone disabili ed esportate in tutto il mondo".

"Questa modalità di azione ha portato, nel corso degli anni, risultati evidenti soprattutto dal punto di vista culturale, contribuendo in modo decisivo ad una presa di coscienza collettiva in grado di promuovere l'autodeterminazione e la piena partecipazione delle persone disabili e neurodivergenti, oltre a un cambio di mentalità nell'opinione pubblica su questi temi", fanno notare gli organizzatori del Disability Pride Torino.

Evento apartitico aperto a tutti

Ed è proprio in base a questi presupposti che l'evento si caratterizzerà come un evento apartitico e aperto a tutte quelle persone e a tutte quelle organizzazioni che credono in un mondo privo di qualsiasi tipo di barriera al di là delle differenti convinzioni personali e delle differenti idee politiche. Seguendo lo stesso principio, 17 associazioni e startup del territorio di diversa dimensione, storia ed estrazione, attraversate e animate da persone disabili quotidianamente impegnate in diversi ambiti, hanno unito le proprie energie nell'organizzazione del Disability Pride Torino superando battaglie di parte e interessi particolari.

"Questo sforzo, realizzato dal basso e con risorse economiche limitate, si è concretizzato nella redazione di un documento unitario (il “Manifesto”) contenente alcune rivendicazioni e proposte su tematiche di rilievo come cura e assistenza, barriere architettoniche, barriere digitali, barriere culturali, mobilità e accessibilità, cittadinanza attiva, universal design, lavoro e istruzione", fanno notare gli organizzatori.

Accolte con favore le parole del governatore Cirio

Alla luce di tutto questo, consapevole dell'alto valore del dialogo e del confronto con tutti i livelli istituzionali, il Coordinamento del Disability Pride Torino accoglie favorevolmente le parole pronunciate ieri dal Governatore Alberto Cirio ed esprime la propria soddisfazione per la decisione di concedere il patrocinio alla manifestazione da parte della Regione Piemonte.

"Ribadiamo quindi il nostro invito a partecipare a tutta la cittadinanza, con ritrovo fissato per le ore 14 in Piazza Carlo Felice angolo Via Roma e partenza alle 14.30, per una giornata di festa all'insegna dei diritti e della dignità per tutti e tutte", conclude il Il Coordinamento del Disability Pride Torino.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium