ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 08 maggio 2023, 14:12

I giostrai dicono addio alla Pellerina, ancora incerto il loro futuro: "Giovedì nuovo incontro"

A fare il punto l'assessore all'Urbanistica Mazzoleni, rispondendo al consigliere Garcea (FI)

luna park pellerina

I giostrai dicono addio alla Pellerina, ancora incerto il loro futuro

Ancora incerto il futuro dei giostrai della Pellerina, che a breve dovranno "traslocare" per fare posto al nuovo ospedale di Torino Ovest. Giovedì è però previsto un nuovo confronto tra gli operatori del divertimento e il Comune.

A fare il punto l'assessore all'Urbanistica Paolo Mazzoleni, rispondendo ad un'interpellanza del consigliere di Forza Italia Domenico Garcea. "Abbiamo avviato un percorso - ha spiegato l'esponente della giunta - per la ricollocazione delle funzioni di quell'area".

L'uso dell'area

La superficie totale, tra corso Regina Margherita e corso Appio Claudio, è di 50mila metri quadri. "Viene utilizzata parzialmente - ha spiegato Mazzoleni - a seconda dei periodi. Tra ottobre e novembre ci sono 90 attrazioni, che occupano circa 22 mila mq. Il circo allestito tra dicembre/gennaio, così come quello primaverile, meno di 20 mila mq. Tra febbraio e marzo ci sono circa 130-140 attrazioni, su 40 mila mq di terreno". 

Giovedì incontro con i giostrai 

Negli scorsi mesi la Città ha avviato un confronto con le associazioni di categoria, a partire dall'ANESV (Associazione Nazionale Spettacoli Viaggianti). "I giostrai utilizzano il terreno della Pellerina - ha aggiunto Mazzoleni - per come è. L'obiettivo oggi è di individuare le loro necessità e se ci sono aree migliori o più idonee a Torino. Tra le richieste, che quella futura sia più raggiungibile".

"Giovedì abbiamo un incontro e aspettiamo di ricevere dagli operatori un documento sul ripensamento della loro presenza in città" ha concluso Mazzoleni.

Garcea: "Qui vivono 30 famiglie" 

"Servono soluzioni", ha osservato Garcea, per poi aggiungere: "Da molti anni nel parco della Pellerina vivono circa 30 nuclei familiari di esercenti di spettacolo viaggiante, che pagano regolarmente il canone di occupazione di suolo pubblico e le utenze per luce e acqua".

"Auspico che il confronto con le associazioni di categoria possa, in tempi brevi, favorire l'individuazione di una nuova area per ospitare i Luna Park, i Circhi e soprattutto le carovane delle famiglie dei giostrai" ha concluso Garcea.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium