/ Politica

Politica | 28 settembre 2023, 18:00

Piano Qualità dell’aria, insediata oggi la struttura speciale per aggiornarlo

Cirio e Marnati: "Un progetto significativo che ci consentirà di studiare e mettere in campo misure di contenimento degli inquinanti che, quando fu approvato il piano attuale, non erano ancora disponibili"

Piano Qualità dell’aria, insediata oggi la struttura speciale per aggiornarlo

Si è insediata ufficialmente oggi, alla presenza del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e dell'assessore all'Ambiente Matteo Marnati, la struttura speciale della Regione incaricata di aggiornare il piano della qualità dell’aria. Il decreto del governo dello scorso 14 settembre assegna infatti alle Regioni del Bacino padano – Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna – sei mesi di tempo per rivedere, integrare o potenziare tutte le misure necessarie per redigere un nuovo piano aggiornato rispetto a quello del 2019, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria così come richiesto dall’Unione Europea.

La struttura speciale è composta da professionisti con specifiche competenze tecniche nell’ambito della qualità dell’aria e del risparmio energetico e si avvale, nel ruolo di coordinatore dell’esperienza e della professionalità dell’ingegner Angelo Robotto, attualmente direttore generale dell’Ires, che ha alle spalle una decennale esperienza in ambito ambientale per aver ricoperto il ruolo di Direttore generale di Arpa Piemonte.

Della struttura, oltre al direttore generale di Ires Angelo Robotto, fanno parte il professor Federico Millo del Dipartimento Energia del Politecnico di Torino, che si occupa di affrontare i temi dell’energia e dello sviluppo sostenibile con l’obiettivo di migliorare le tecnologie energetiche esistenti, il direttore generale dell’Agenzia regionale Protezione Ambientale (Arpa), ingegner Secondo Barbero, i tecnici dottor Davide Tibaldi della Provincia di Asti, ingegner Paolo Platania della Provincia di Alessandria, il dottor Gianmaria Foddanu della Provincia di Biella, dottor Guido Marino della provincia di Cuneo, la dottoressa Valentina Caccioppoli della Provincia di Novara, l’architetto Veronica Platinetti della Provincia di Vercelli, la dottoressa Federica Delvescovo, della provincia del Vco, il dottor Claudio Coffano della Città Metropolitana di Torino, e le direzioni regionali Ambiente, Energia e Territorio, Trasporti e Logistica, Attività Produttive, Agricoltura, Sanità e Commercio.

«L’indicazione, arrivata dal governo, di aggiornare il piano della qualità dell’aria è per noi particolarmente significativa perché ci consente di studiare e mettere in campo misure di contenimento degli inquinanti che, quando fu approvato il piano, non erano disponibili. In questi anni, le risorse, l’innovazione e il trasferimento tecnologico, hanno infatti consentito di lavorare sulla riduzione delle emissioni con una serie di provvedimenti, come ad esempio gli interventi di efficientamento energetico sugli edifici, la rottamazione dei veicoli più inquinanti, la sostituzione dei mezzi del trasporto pubblico, la promozione della mobilità collettiva e lo sviluppo della mobilità elettrica» dichiarano il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio e l’assessore all’ambiente Matteo Marnati che è il coordinatore del tavolo permanente e si occuperà della ricerca delle migliori professionalità tecnico-scientifiche da coinvolgere nei lavori della struttura speciale, a seconda dei vari ambiti di intervento del piano, Energia, Mobilità e Trasporti, Industria, Agricoltura, Rigenerazione urbana e riduzione delle sostanze climalteranti. La struttura speciale, infatti, può avvalersi, senza oneri a carico del bilancio regionale, della collaborazione di altre figure, pubbliche o private, sia a livello regionale e locale che a livello nazionale ed europeo.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium