/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 novembre 2023, 18:36

Cucina piemontese protagonista 365 giorni l'anno con il progetto Mangébin [VIDEO]

Almeno il 60% dei piatti e dei vini dei 51 ristoranti di Torino e provincia aderenti al progetto proviene dalla tradizione regionale

progetto mangebin

Cucina piemontese protagonista 365 giorni l'anno con il progetto Mangébin

Mangiare piemontese tutto l'anno: adesso è più facile grazie al progetto Mangébin, il cui nome è tutto un programma. Sono 51, in crescita, i ristoranti che aderiscono e garantiscono almeno il 60% dei piatti presenti nel menù provenienti dalla tradizione piemontese, cucinati con ingredienti locali. Lo stesso vale per il vino, di cui un ulteriore 10% dovrà provenire proprio dalla provincia di Torino.

Puntare sulla cultura enogastronomica

Il turismo potrà così puntare ancora di più sulla cultura enogastronomica di una terra ricca di eccellenze come motore per l'economia. Il progetto è ideato da Città di Torino, Ascom, Confesercenti e Turismo Torino e provincia e supportato dalla Camera di commercio di Torino e MDAComunicazione.Durante tutto l'anno saranno presentati weekend tematici su un piatto iconico, che sarà proposto come piatto principale durante quei giorni. Il primo protagonista è il tajarin, che potrà essere gustato durante il Ponte dell'Immacolata dall'8 al 10 dicembre.

I tajarin protagonisti all'Immacolata

"Un progetto arricchente per la nostra città perché permette di promuovere i nostri ristoratori - ha commentato l'assessore al commercio Paolo Chiavarino - quindi porre l'attenzione dei turisti e dei cittadini ai nostri piatti prodotti a km0. Torino sta molto bene in questo momento con un turismo culturale e commerciale che si è fatto strada con tanti eventi di qualità e internazionali che consentono di fare gradire, assaporare e conoscere le nostre prelibatezze nell'intero globo"."Camera di commercio sostiene questo progetto molto interessante che si aggiunge agli altri progetti sul tema dei prodotti del territorio - ha dichiarato il vicepresidente Enzo Pompilio d'Alicandro - con il sistema della ristorazione mettiamo insieme chi maneggia gli eccellenti prodotti del nostro territorio e chi li produce, così da poterli comunicare insieme".L'elenco dei ristoranti si trova sul sito Visit Torino e Provincia, la cui dirigente Marcella Gaspardone ha presentato l'iniziativa: "Sarà un'opportunità per tutti i turisti che verranno a Torino che potranno assaggiare piatti tipici a seconda dei periodi e trovare prodotti tipici e vini del nostro territorio. Un progetto semplice che mira a rafforzare la nostra offerta enogastronomica a tutto il mondo".

Coppa: "Legare turismo e buon cibo"

"Da tanto tempo portiamo avanti il tema dell'enogastronomia legata al turismo - ha spiegato la presidente di Ascom Confcommercio Torino Maria Luisa Coppa - È sicuramente un atto dovuto tutelare la tradizione di piatti storici del nostro territorio legato alla filiera e la nostra cucina che è estremamente varia e di qualità".

"È una proposta dei ristoratori - ha concluso Fulvio Griffa, presidente di Asso Turismo Confesercenti - che ha come scopo dare un'informazione corretta e seria al turista per arrivare a mangiare bene, mangé bin appunto, a Torino e provincia. Abbiamo 39 locali su Torino e 19 fuori, puntiamo ad averne un centinaio".

Francesco Capuano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium