/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 28 novembre 2023, 13:12

La rabbia dei taxisti torinesi scende in piazza a Roma: "Basta multinazionali, vogliamo lavorare"

Numerosa e rumorosa la delegazione arrivata nella capitale dalla città della Mole: "Dobbiamo difendere la categoria da tutti gli attacchi"

protesta taxisti

La rabbia dei taxisti torinesi scende in piazza a Roma: "Basta multinazionali, vogliamo lavorare"

Una nutrita e rumorosa delegazione di taxisti torinesi è presente dalla mattina di oggi, martedì 28 novembre, al sit in di protesta dei taxisti sotto la sede dell’Agcom, in piazza Verdi a Roma.

"Abbiamo da sempre espresso le nostre forti contrarietà alle posizioni di quella che dovrebbe essere il garante della concorrenza ma di fatto è diventato un ente al servizio delle multinazionali con il chiaro intento di destrutturare il settore", dichiarano i manifestanti. "Resterà famoso alle cronache il sit in che organizzammo, sempre a piazza Verdi, all’indomani dell’intervento come “amicus curiae” dell’Agicom a sostegno della multinazionale Uber durante uno dei processi che intentammo contro la stessa".

"Daremo SEMPRE il nostro contributo a tutte quelle iniziative Unitarie tese al bene e alla difesa della categoria di cui facciamo parte senza strumentalizzazioni, personalismi e bandiere al seguito", hanno concluso gli esponenti alle sigle Ugl-taxi, Uritaxi, Uti, Federtaxi-Cisal, Ass. Tutela Legale Taxi, Ati-taxi.

m.d.m.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium