/ Attualità

Attualità | 28 maggio 2024, 07:10

Milonga e petanque dopo la grandine: il cuore dei soci salva la bocciofila del Balon

Nonostante il pavimento “esploso” e il tetto crollato, come raccontato dal presidente Roberto Tos, il Circolo Ricreativo Mossetto è riuscito a riaprire in tempo record per gli eventi del weekend

Milonga e petanque dopo la grandine: il cuore dei soci salva la bocciofila del Balon

Milonga e petanque dopo la grandine: il cuore dei soci salva la bocciofila del Balon

Quaranta minuti molto tesi e impegnativi”: è questa la sintesi – espressa sui social - dei momenti di grande spavento vissuti dal Circolo Ricreativo Mossetto durante la tempesta che venerdì scorso ha messo in grave difficoltà Borgo Dora e più in generale la zona nord di Torino.

Un'invasione di grandine

La storica bocciofila del Balon, situata di fianco al Sermig e adiacente all'imbocco del ponte Carpanini, è stata infatti invasa dalla grandine: “Il tetto - racconta il presidente Roberto Tos – non ha retto l'onda d'urto, alcuni pannelli del controsoffitto sono crollati e i locali interni sono stati inondati con una tale potenza da far letteralmente 'esplodere' il pavimento flottante del salone. Da torinese credo di non aver mai assistito ad una cosa del genere, nemmeno quando nel 2000 ci fu l'alluvione a Borgo Dora e crollò il vecchio ponte; vicino al fiume abbiamo trovato almeno un metro di grandine”.

Il grande cuore dei soci

A salvare il Mossetto da ingenti danni ci ha pensato il grande cuore dei soci: “Fortunatamente – prosegue – una decina di noi era presente nel momento peggiore: grazie alla collaborazione di tutti siamo riusciti a salvare le attrezzature, l'impianto audio e il pianoforte, oltre a ripristinare la corrente elettrica. La super squadra ha poi rimosso quel che restava del pavimento recuperando quello 'antico' sottostante”.

Cucina popolare, petanque e milonga

In questo modo, il Circolo è riuscito a riaprire in tempo record per gli eventi del weekend: “Abbiamo tenuto chiuso - conclude Tos - solo il venerdì e, nonostante qualche problemino tecnico, sabato abbiamo fatto il pranzo popolare e l'evento di milonga. Al pomeriggio, inoltre, un gruppo eterogeneo composto da anziani e giovani ha giocato a petanque, una cosa impensabile il giorno prima: siamo stanchi ma pieni di energia”.

Marco D’Agostino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium