/ Politica

Politica | 10 febbraio 2019, 10:28

Anarchici, Fratelli d'Italia mette Appendino nel mirino: "Chieda scusa alla città"

Montaruli, Marrone e Alessi: "Dal sindaco solo parole di circostanza, ma siamo abituati alla doppia faccia grillina"

Anarchici, Fratelli d'Italia mette Appendino nel mirino: "Chieda scusa alla città"

Il giorno dopo la manifestazione degli anarchici nel centro di Torino, che ha tenuto in scacco la città per un intero pomeriggio, non si placano le polemiche politiche. “Dal sindaco Appendino arrivano puntuali le frasi legalitarie di circostanza a commento della devastazione anarchica, subita ieri da Torino nel corteo di risposta allo sgombero dell’Asilo occupato, ma i torinesi non si fanno fregare e sui social diventa virale un’immagine che identifica una black block in piazza insieme agli incappucciati con una “sentinella dei rifiuti”, figure patrocinate e finanziate dall’Amministrazione comunale pentastellata per sensibilizzare alla raccolta differenziata i venditori del suk del degrado cosiddetto “libero scambio”: insomma pettorina rossa con logo del Comune di Torino e delle fondazioni bancarie di giorno, cappuccio nero e molotov di notte. Non c’è che dire, un bel ciclo rifiuti a cinque stelle”, ironizzano indignati Augusta Montaruli, parlamentare di Fratelli d’Italia, Maurizio Marrone, dirigente nazionale FDI, e Patrizia Alessi, capogruppo FDI in Circoscrizione 7, che rincarano la dose: “Siamo abituati alla doppia faccia grillina di Appendino istituzionale e dei suoi consiglieri antagonisti, ma come i 5 stelle dovrebbero sapere, la rete non perdona e non crede alle lacrime di coccodrillo: Appendino chieda immediatamente scusa e revochi immediatamente il patrocinio a tutto l’indotto dell’abusivismo con il portafogli gonfio di contributi pubblici dove i casseur anarchici mangiano a spese della comunità”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium