/ Attualità

Attualità | 13 aprile 2019, 17:00

Floccari rimanda la festa scudetto della Juve

La Spal ribalta il vantaggio firmato da Kean con le reti di Bonifazi e dell’esperto ex laziale. Se il Napoli non batte il Chievo sarà comunque tricolore, altrimenti Allegri dovrà aspettare la sfida di sabato prossimo contro la Fiorentina

Floccari rimanda la festa scudetto della Juve

Era tutto pronto per la festa. Bianconeri avanti 1-0 alla fine del primo tempo a Ferrara, grazie alla rete del sempre più convincente Kean, ma nella ripresa la Juve 2 è scesa in campo con uno spirito dopolavoristico e la Spal ha ribaltato il punteggio grazie alle reti di Bonifazi e Floccari, mettendo in cassaforte tre punti preziosissimi nella corsa salvezza.

Appuntamento con l’ottavo scudetto consecutivo ancora rimandato per la Juve. Ma se la settimana scorsa, sarebbe servito anche l’harakiri del Napoli per poter festeggiare, questa volta la squadra di Allegri era padrona del proprio destino: con un punto i bianconeri sarebbero stati campioni d’Italia e tutto sembrava che portasse in questa direzione, prima che la seconda rete dei padroni di casa con Floccari disegnasse un finale diverso da quello preventivato. Poco cambia, perché magari già oggi un pareggio del Napoli regalerà la certezza aritmetica alla Vecchia Signora, altrimenti bisognerà attendere fino alla vigilia di Pasqua e alla gara casalinga contro la Fiorentina.

Quello che è certo è che la testa della Juventus da tempo oramai non è più sul campionato, ma sulla rincorsa Champions, come ha dimostrato Allegri alla vigilia, pensando più al ritorno con l’Ajax che alla gara di Ferrara, lasciando a riposo quasi tutti i big per operare un maxi turnover: Perin tra i pali, i giovani Gozzi e Kastanos titolari, la riproposizione di Barzagli come leader della difesa. Solo Cancelo e Dybala tra i titolari appartengono al gruppo dei big bianconeri, anche se l’argentino nelle ultime settimane è uscito spesso dall’undici titolare, come successo anche tre giorni prima ad Amsterdam, nella prima sfida contro l’Ajax. Quanto a Kean, ormai il ragazzino non è più una sorpresa ma una certezza: sue le ultime reti nella lunga cavalcata verso lo scudetto, suo il presente e il futuro, tanto in bianconero quanto in azzurro.

Uno così, giocasse nella Spal, sarebbe titolare inamovibile, invece Semplici ha dovuto affidarsi al veterano Floccari per fare coppia davanti con Petagna. Si è notato nel primo tempo, perché i padroni di casa hanno fatto più e meglio degli uomini di Allegri, ma quando Cancelo si è involato è stato ancora una volta il classe 2000 a trovare il tocco decisivo per l’1-0 della Juve. Alla rete di Kean ha replicato in avvio di secondo tempo il colpo di testa vincente di Bonifazi su azione d’angolo, con l’ex difensore del Torino a svettare su Bentancur per firmare il meritato pareggio della Spal.

A metà ripresa è iniziato il valzer delle sostituzioni e quando tutto sembrava apparecchiato per un finale che portasse all’annunciato pareggio, ecco che giunge assolutamente a sorpresa il 2-1 opera di Floccari, complice un errore del giovanissimo Gozzi. A quel punto Allegri decide di far entrare Bernardeschi per provare il forcing finale e cercare la rete del 2-2, che avrebbe voluto dire scudetto, ma la Spal è stata bravissima nel proteggere il prezioso vantaggio dalle ultime folate juventine. Di Bernardeschi e De Sciglio le ultime chance bianconere, poi è stata festa, ma della Spal e del Paolo Mazza.

Se il Chievo farà il miracolo di bloccare il Napoli, lo scudetto sarà stato rimandato solo di poco più di 24 ore, altrimenti bisognerà attendere sabato prossimo e la gara contro la Fiorentina che precede la Pasqua.

Spal – Juventus 2-1

SPAL (3-5-2). Viviano; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Murgia, Missiroli, Schiattarella (25’ st Valdifiori), Fares (39’ st Regini); Petagna (44’ st Antenucci), Floccari. All. Semplici

JUVENTUS (3-5-2): Perin; De Sciglio, Barzagli (36’ st Bernardeschi), Gozzi; Cancelo, Cuadrado, Bentancur, Kastanos (16’ st Nicolussi), Spinazzola; Kean (24’ st Mavididi), Dybala. All. Allegri

Arbitro: Doveri di Roma

Reti: 29’ Kean, st 3’ Bonifazi, 29’ Floccari

Ammoniti: Lazzari, Cuadrado, Cancelo, Floccari, Fares, Missiroli, Vicari

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium