/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 09 luglio 2024, 16:36

Stop alla golden share: Meloni apre al passaggio di Microtecnica ai francesi di Safran

La cessione al Gruppo transalpino era stata fermata dal Governo. Bolognesi (Fiom): "Il settore è in crescita, nel passaggio siano garantiti i diritti dei lavoratori"

Sede torinese di Microtecnica

Passaggio di proprietà per la Microtecnica, che da Collins passerà a Safran

Il governo ha tolto il veto. Dopo aver esercitato la golden share, l'esecutivo guidato da Giorgia Meloni è tornato sui suoi passi e dunque si farà nei prossimi mesi.

Dunque, dalla Collins andranno a vestire la casacca transalpina di Safran i tre stabilimenti italiani di Microtecnica (Torino, Luserna San Giovanni e la lombarda Brugherio) alla francese Safran

Ma i sindacati, che avevano già manifestato alcune perplessità quando il Governo disse di no, non esauriscono i loro dubbi sull'operazione: "L'esecutivo risponda alla nostra richiesta di incontro - dice Ugo Bolognesi, responsabile per Fiom Cgil di Microtecnica -: aspettiamo risposte sulla garanzia dei posti di lavoro e sugli investimenti per il futuro".

E aggiungono: "Il settore è in crescita, ci saranno assunzioni nel 2024 e nel 2025. Ma si deve continuare ad stabilizzare, lo sviluppo dell'azienda deve continuare a essere accompagnato da occupazione sicura e dignitosa, con contratti a tempo indeterminato. Continueremo la nostra azione, sia nella contrattazione che nel monitorare le evoluzioni, perché le lavoratrici e i lavoratori Microtecnica vedano difese e migliorate le proprie condizioni".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium