/ Politica

Politica | 18 aprile 2019, 15:23

Terre d'Acqua tra riso e canali: dal 10 al 12 maggio la prima edizione della rassegna che coinvolge il nord-est

Un weekend di iniziative che invita alla riscoperta della storia - tutta piemontese - della risicoltura e delle importanti opere idrauliche che ne hanno permesso lo sviluppo intensivo

Terre d'Acqua tra riso e canali: dal 10 al 12 maggio la prima edizione della rassegna che coinvolge il nord-est

Lanciata oggi, nello Spazio Fare del Mercato Centrale di Torino, la prima edizione di “Terre d’Acqua tra Riso e Canali”, un weekend di iniziative che dal 10 al 12 maggio 2019 invita alla riscoperta della storia - tutta piemontese - della risicoltura e delle importanti opere idrauliche che ne hanno permesso lo sviluppo intensivo nelle storiche “Terre d’Acqua” comprese tra BiellaNovaraVercelli e nel Monferrato Casalese.

Una parte di Piemonte da intenditori, caratterizzata da un paesaggio unico fatto di canali e risaie, quel "mare a quadretti" contornato da pioppi e popolato di aironi, ma anche disseminato di importanti testimonianze d'arte e cultura che parlano di una lunga e armonica interazione tra uomo e natura.

Un mondo tutto da scoprire grazie al progetto curato dall’Associazione d'Irrigazione Ovest Sesia, in coordinamento con la Regione Piemonte eVisitPiemonte - società in house della Regione Piemonte per la valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio, anche partecipata da Unioncamere -, a cui hanno collaborato le Aziende Turistiche Locali Alexala, di Biella, della provincia di Novara e di Valsesia Vercelli, insieme al Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese e il Consorzio Est Sesia.

Un nuovo progetto che, come sottolinea l’Assessora regionale alla Cultura e al Turismo, Antonella Parigi, potrà valorizzare un territorio ricco e di grande bellezza, nonché capace di riunire cultura, enogastronomia, outdoor. Un’area vasta del Piemonte che, puntando su alcuni elementi caratterizzanti a partire dalla tradizione risicola e dal paesaggio, può costituire un significativo punto di forza dell’offerta turistica regionale.

Tante le proposte in programma nei territori coinvolti, con inedite visite guidate a imponenti opere idrauliche di solito non accessibili al pubblico, ma anche spettacoli, convegni, rassegne cinematografiche, mostre fotografiche, itinerari cicloturistici e appuntamenti gastronomici. Tra i focus della rassegna il canale Cavour, la poderosa “autostrada d’acqua” che prende il nome da Camillo Benso conte di Cavour, tra i suoi più convinti promotori. Capolavoro di ingegneria idraulica unico in Europa e tuttora in perfetta funzione, dal 1866 il corso d’acqua artificiale si estende nella Pianura tra Vercelli e Novara, irrigando per oltre 80 chilometri il triangolo d’oro della risicoltura compreso tra Piemonte e Lomellina, bacino dal quale proviene il 90% del riso italiano e il 50% dell’intera produzione europea.

Protagonisti dell’iniziativa anche gli alti campanili di Sant'Andrea a Vercelli, dove la sera del 10 maggio è la volta della festa teatrale “A la Fiera di Sant’Andrè”, che con la Banda Osiris animerà alcuni spazi dell’area PISU (ex-antico ospedale di Vercelli) per un duplice omaggio alla città e al territorio, per festeggiare gli 800 anni della Basilica e per ricordare come questa mirabile architettura sia nata e cresciuta anche grazie al sistema di canali esistenti all’epoca che permettevano il trasporto dei materiali costruttivi.

Tra Vercellese e Biellese, dove l’area della Baraggia è considerata per le sue caratteristiche morfologiche l’ultima “savana” italiana, il Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese ha organizzato invece per l’11 maggio alle ore 9,15, con ritrovo alla stazione ferroviaria di Vercelli, una “zingarata ‘idraulica e gastronomica”, che parte dalla centrale idrometrica di Santhià per dirigersi verso l’invaso dell’Ostola a Masserano, imponente opera idraulica. L’itinerario toccherà anche il monastero cluniacense di Castelletto Cervo per scoprire la storia delle prime bonifiche in Baraggia realizzate dai monaci, non prima di una piacevole degustazione di riso di Baraggia Biellese e Vercellese. Il tour, che ospiterà influencer e instagrammer del Piemonte, terminerà al Parco delle Lame del Sesia, ad Albano, per l’inaugurazione del progetto MAACC, Modulo Abitativo Autosufficiente per Cicloturisti e Camminatori realizzato dal team studentesco Recyclo del Politecnico di Torino. Sempre l’11 maggio una suggestiva serata a Crova, che dalle 21,30 sarà illuminata da una miriade dilumini sulle acque del canale Cavour (per info: ATL Valsesia Vercelli, tel. 0161.58002 - www.atlvalsesiavercelli.it e dall’Associazione d'Irrigazione Ovest Sesia, tel. 0161.283511 – 0161.283836 www.ovestsesia.it).

Nel Novarese, la “terra degli aironi” tra Sesia e Ticino, apertura straordinaria dell’Archivio Storico delle Acque e delle Terre Irrigue che, presso l'Associazione Irrigazione Est Sesia di Novara, permetterà di ripercorrere lo sviluppo dell’ecosistema locale di risaie e canali (10-11-12 maggio, ore 10.00-12.30/15.00-17.00, via Negroni 7, Novara). Sabato 11 maggio l’appuntamento Terre di canali in tour - Itinerario cicloturistico lungo il canale Cavour offrirà a tutti i partecipanti un’esperienza outdoor adatta a tutte le età e arricchita dalla degustazione di prodotti tipici. Il ritrovo è alle ore 9,45 in piazza Cavour, Novara (per info: ATL Novara, tel. 0321 394059 - www.turismonovara.it; Associazione Irrigazione Est Sesia - tel. 0321 675221 - www.estsesia.it).

Sandigliano, nel Biellese, ilegami e le interazioni tra acqua e riso in chiave di sviluppo eco-sostenibile e risorsa ambientale sono al centro del convegnoL’acqua l’oro del futuro(11 maggio, ore 18,00) e di diverse mostre collegate. Ampio spazio sarà riservato inoltre al cinema con il Film Festival InternazionaleThe blue gold (10-11 maggio) e il convegno Cercando il cinema (11 maggio, ore 16,00). In programma anche la proiezione di Sorriso Amaro, pellicola di Matteo Bellizzi dedicata al mondo del riso e alla sua figura-simbolo, la mondina: un toccante viaggio nella memoria delle “ragazze” di allora nelle risaie vercellesi, dove venivano ingaggiate come mondine stagionali (10 maggio, ore 18,00). Tutti gli appuntamenti si terranno al Santo Stefano SPA Relais di Sandigliano.

Nel Monferrato Casalese, tra le colline UNESCO del vino e la pianura a risaia, Terre d’Acqua tra riso e canaliincontra Riso & Rose in Monferrato, l’affermata manifestazione che a Casale Monferrato e nei Comuni del territorio mette in scena un ricco palinsesto di eventi dall’arte all’enogastronomia, dallo sport al florovivaismo e alla musica. In particolare, in occasione dell’appuntamento mensile di Casale Monferrato Città aperta, sabato 11 e domenica 12 maggiosarà possibile visitare monumenti e musei cittadini, ma anche mercatini dell’antiquariato e di prodotti tipici, per chiudersi domenica con la Festa e grande pic-nic sul Po, accompagnata da gite in barca e attività all’aperto. il programma completo è disponibile al sito www.monferrato.org. 

 

Qui tutte le informazioni e il programma completo dell’evento: www.visitpiemonte.com

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium