/ torinoggi.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinoggi.it | 11 giugno 2019, 15:30

Torino, centro sporco o pulito? Via Roma e via Po due facce della stessa medaglia

Tanto sporca e degradata la prima via, quanto ben tenuta e pulita la seconda: il dibattito sulle condizioni del centro impazza e tocca la politica

Via Roma e via Po, due facce del centro di Torino

Via Roma e via Po, due facce del centro di Torino

Il centro di Torino è sporco o pulito? La risposta a questa domanda apparentemente semplice divide la città e alimenta il dibattito politico. Nelle ultime settimane infatti, l’ipotetico degrado del centro di Torino è salito agli onori della cronaca per la questione pulizia. Due le fazioni: da una parte chi ne denuncia il degrado e la sporcizia, dall’altra chi ne difende la pulizia e il decoro. 

La sensazione è che camminando per il centro torinese vi siano due realtà in antitesi tra loro: l’ordine e la pulizia di via Roma da una parte, il degrado e le scritte offensive di via Po dall’altra. Se la prima appare intonsa e ben tenuta, è la seconda la via di tutto il centro che presenta i maggiori problemi: scritte su ogni colonna, minacce anarchiche e offese, unite a scrostamenti piuttosto evidenti. In via Roma la bellezza e l’ordine la fanno da padrone, mentre in via Po i segni del tempo si fanno sentire e incidono sul decoro della strada e dei negozi o bancarelle. Un problema non da poco, che va ad aggiungersi a una pulizia sicuramente meno efficiente rispetto a via Roma. 

Se è vero che è il centro è il biglietto da visita della città, la prima cosa che vedono i turisti, è lo stato del centro cittadino. Le criticità, come in ogni grande città non mancano. Dal giardino Sambuy abbandonato al proprio destino sino allo stato di via Po o alla desertificazione di vie meno battute come via Del Carmine. A livello di pulizia e decoro però, via Roma e le piazze auliche si difendono benissimo, dando un’ottima impressione a un primo sguardo.

In questa eterna lotta tra sporco e pulito, decoro e abbandono, sono chiare le due facce della stessa medaglia, del centro di Torino: una tirata a lucido, l’altra un po’ bistrattata.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium