/ Attualità

Attualità | 13 giugno 2019, 10:43

I piccoli commercianti di San Salvario uniti nel recupero del cibo invenduto

E' partito il progetto Celocelo Food, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell'ambito del bando Fa Bene 2018. Le eccedenze alimentari saranno distribuite a strutture con famiglie in difficoltà a carico

I piccoli commercianti di San Salvario uniti nel recupero del cibo invenduto

Una rete di esercenti sensibili al sociale e alla sostenibilità, che scelgono di unire le forze per il fine comune della lotta allo spreco. Nasce dalla solidarietà di quartiere, e da un trascinante entusiasmo "dal basso", Celocelo Food, il nuovo progetto di recupero delle eccedenze alimentari creato all'interno della piattaforma informatica Celocelo, che dal 2017 rende possibile la donazione e il trasporto di beni materiali per soggetti in difficoltà. 

Presentato ieri mattina nella sede di uno dei partner, Tomato Backpackers Hotel in via Silvio Pellico 11, ha visto la luce grazie alla collaborazione tra Agenzia dello Sviluppo locale di San Salvario, Casa del Quartiere di via Morgari, Equovento, Stranidea e Officine Informatica Libera

Il progetto consiste nel salvataggio di prodotti in eccedenza perfettamente conservati e consumabili, che altrimenti finirebbero tra i rifiuti, per ridistribuirli presso strutture o altre realtà che abbiano in carico soggetti in difficoltà economiche.

Sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell'ambito del bando "Fa Bene" 2018, Celocelo Food intende strutturare due circuiti specifici all'interno di questo processo. I primo coinvolgerà i piccoli esercizi commerciali di San Salvario e dintorni. Il secondo, successivamente, toccherà anche la grande distribuzione, attraverso la prenotazione e assegnazione just-in-time del cibo disponibile. 

Un progetto che punta non solo sul welfare locale, ma anche sulla responsabilizzazione del consumatore, orientandolo a scelte d'acquisto consapevoli. E, per farlo, ci sarà bisogno di volontari che si facciano carico del recupero e della ridistribuzione degli alimenti. 

Ma come funziona per i negozi aderenti? Ogni sabato - a partire dal 15 giugno -, al momento della chiusura, gli operatori di Celocelo passeranno con tutti i materiali necessari alla conservazione e al trasporto dei prodotti invenduti, da consegnare immediatamente alle strutture accreditate. Per gli esercenti, grazie a questa donazione, è previsto uno sgravio fiscale. Nel primo test effettuato qualche giorno fa sono stati recuperati oltre 25 kg di alimenti, tra pane e verdure, donati poi alla mensa degli Asili Notturni. 

Tutti i negozianti interessati al progetto possono rivolgersi all'Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario in via Morgari 14 (segreteria@agenzia.sansalvario.org; 011/6686772). 

Per maggiori informazioni: www.celocelo.it/food 

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium