/ Cronaca

Cronaca | 11 luglio 2019, 17:57

Giallo a Nichelino, donna ricoverata al Santa Croce con segni di strangolamento, ma lei nega di essere stata aggredita

Dimessa dall'ospedale di Moncalieri con una prognosi di tre settimane, non ha fatto alcuna ammissione nè ai medici nè ai carabinieri

Giallo a Nichelino, donna ricoverata al Santa Croce con segni di strangolamento, ma lei nega di essere stata aggredita

E' giallo a Nichelino, dove una donna è stata portata all'ospedale Santa Croce di Moncalieri con alcune ferite da taglio e segni di strangolamento al collo.

In precedenza era stata soccorsa da un passante che l’aveva sentita lamentarsi, vendendola appoggiata al muro di uno stabile di via Moncenisio. Tuttavia la giovane, trattenuta in osservazione, è stata poi dimessa con una prognosi di circa tre settimane, senza aver fatto alcuna ammissione ai medici e ai carabinieri intervenuti per capire la dinamica di quanto successo.

Forse spaventata, la donna non ha voluto rilasciare alcuna deposizione, ma il mistero attorno a quanto le è successo rimane.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium