/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 06 agosto 2019, 15:19

Al Mao arrivano i volontari del "Mio Mao" in occasione della mostra su Acqua e Islam

Griffa: "Si tratta di una novità, in un settore spesso rallentato da lacci e lacciuoli"

Al Mao arrivano i volontari del "Mio Mao" in occasione della mostra su Acqua e Islam

E' iniziata oggi la prima presenza dei volontari della associazione "Mio Mao" in supporto al Museo d'Arte Orientale, in occasione della grande mostra sull'acqua e sull'Islam il cui titolo completo è "Goccia a goccia dal cielo cade la vita. Acqua, Islam e arte", a cura di Alessandro Vanoli.

Una grande novità, come spiega Fulvio Griffa, che dell'associazione Mio Mao è il presidente. "Di solito la burocrazia finisce per scoraggiare questo tipo di iniziative, ma noi siamo riusciti". "In particolare - prosegue Griffa - ci siamo riusciti grazie a Mio Mao volontari, emanazione con una 30ina di persone dell'Associazione Mio Mao, che invece conta complessivamente 460 aderenti".

"Abbiamo fatto seguire un corso di formazione specifico ai volontari che danno vita all'iniziativa e abbiamo stipulato la convenzione. Così siamo riusciti a far partire l'attività insieme al museo".

La mostra è visitabile fino al 1 settembre 2019.

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium