/ Politica

Politica | 09 agosto 2019, 18:48

La Crisi di Governo non spaventa Alberto Cirio: “Elezioni? Con il centrodestra unito il Piemonte ne trarrà benefici” [VIDEO]

Secondo il Governatore, la crisi politica nazionale non avrà ripercussioni sul territorio piemontese. Poi l’affondo ai Cinque Stelle: “Hanno avuto difficoltà, per fortuna la Lega ha vinto sulle partite importanti”

La Crisi di Governo non spaventa Alberto Cirio: “Elezioni? Con il centrodestra unito il Piemonte ne trarrà benefici” [VIDEO]

 

La crisi di Governo non spaventa Alberto Cirio. Il presidente della Regione Piemonte, ai margini della giunta monotematica sul Tav, ha ragionato sulle possibili implicazioni sul territorio piemontese della frazione tra Lega e Movimento 5 Stelle.

“La crisi era nell’aria da tempo” ha affermato Cirio. “Se dovessero esserci nuove elezioni - ha poi spiegato il presidente della Regione Piemonte - mi auspico che il centro destra possa presentarsi unito”. “In questo Governo le difficoltà le abbiamo avute da una componente, quella del M5S, ma per fortuna la componente della Lega è riuscita a essere prevalente su tante partite importanti” è l’analisi di Cirio. “Se ci sarà un Governo di centrodestra unito il Piemonte avrà benefici” ha poi concluso il presidente della Regione Piemonte.

Ed è proprio da Cirio, che solo due mesi fa ha trionfato su Chiamparino grazie alla coalizione tra Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, che arriva un appello all’unità del centro destra: “Io credo in un centro destra unito. Mi auguro che FI che ne è parte e che governa insieme a Lega e Fdi diverse regioni d’Italia  possa essere maggioranza di Governo da replicare”.

Tra incertezze e ipotesi, il tema più caro a Cirio sono però le ripercussioni concrete della crisi sul territorio piemontese, con due questioni su tutte a farla da padrone: Tav e Asti-Cuneo. “Non ci saranno ripercussioni. Chiunque sia al Governo, farò di tutto perché il Piemonte possa avere più rispetto e attenzioni”. Sul lavoro svolto sin ora, anche in sinergia con le amministrazioni locali e il Governo giallo verde, Cirio ha aggiunto: “in due mesi di governo abbiamo contribuito a sbloccare la Tav, l’Asti-Cuneo, la Pernigotti, la delibera sull’autonomia che ci rimette in pista con Lombardia e Veneto, i nuove criteri per l’ambiente e altre norme di buonsenso che segnano l’operativita’ che abbiamo cercato di dare al Piemonte e di cui siamo soddisfatti”.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium