/ Attualità

Attualità | 15 settembre 2019, 11:08

Domani a Giaveno apre il primo "punto di ascolto antiviolenza"

Ugl presente alla inaugurazione con il suo segretario piemontese Armando Murella "a difesa e in ascolto di tutti"

Domani a Giaveno apre il primo "punto di ascolto antiviolenza"

Da domani, lunedì 16 settembre, in collaborazione con l’A.S.D. Circolo Ricreativo Centro Sociale Aperto, presso i locali di Via Maria Ausiliatrice 67 a Giaveno, l'Associazione U.D.i.RE (Uomini e Donne in Rete contro ogni forma di violenza) aprirà le porte del primo "Punto di Ascolto Antiviolenza" della Città.

Venerdì è stato inaugurato in occasione dell’evento “Giaveno in Rete contro ogni forma di violenza”, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni locali, regionali e nazionali, nonché di diversi rappresentanti del mondo associativo tra i quali il Dott. Armando Murella, Segretario Generale del Sindacato Ugl Piemonte, il Dott. Eugenio Bravo Segretario del SIULP Torino e la Dott.ssa Gabriella Mieli in rappresentanza di WFWP Italia.

La Ugl di Torino, grazie alla convenzione stipulata con U.D.i.RE nel mese di giugno, ha ritenuto importante come Punto Informativo Antidiscriminazione della Città Metropolitana, presenziare ed intervenire, per rafforzare sempre più la collaborazione, senza “distinzione” o “pregiudizio” con ogni Associazione e Sindacato a tutela e supporto contro la violenza e abusi di ogni genere.

“Il sindacato, sempre più deve supportare e tutelare ogni individuo, non solo come lavoratore, ma soprattutto come “persona”, in questa società sempre più complicata e articolata, dal punto di vista sociale ed economico”: lo dichiara il Segretario Armando Murella con l’intervento che ha preceduto il taglio del nastro inaugurante del “Centro”.

L’Ugl sarà a disposizione, sia come Punto Informativo Antidiscriminazione in via Bionaz 23 F a Torino, ma soprattutto sarà disponibile, per tutto ciò che gli compete, a sostenere e rispondere, al bisogno di creare nel territorio un servizio di riferimento specifico, che abbia come obbiettivo quello di sostenere tutte le persone vittime di discriminazione e di violenza, senza limite di genere.

Infatti, il “Centro di Ascolto Antiviolenza U.D.i.RE” metterà a disposizione dei cittadini, diversi servizi gestiti da un equipe di volontari e professionisti: dalla reperibilità telefonica e via mail al n. 379.1175865 e all’indirizzo cdagiaveno@udire.org, a colloqui di accoglienza in un luogo riservato.

Le persone che vivono uno stato di disagio potranno trovare qualcuno che le accoglie, le ascolta, ridona loro fiducia e le accompagna alla conoscenza e all’utilizzo delle risorse disponibili.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium