/ Eventi

Eventi | 19 settembre 2019, 14:08

A Zoom Torino si festeggia la "Giornata mondiale del Rinoceronte"

Il bioparco la celebra con una serie di iniziative didattico-divulgative

A Zoom Torino si festeggia la "Giornata mondiale del Rinoceronte"

Lo scheletro di Freddy – il rinoceronte bianco ospite del bioparco ZOOM dal 2014 e morto di vecchiaia a fine 2016 all’età di 38 anni – sarà il simbolo della sala delle Estinzioni a Kosmos, il nuovo Museo di storia naturale di Pavia che verrà riaperto al pubblico, nel suo nuovo allestimento, sabato 21 settembre 2019. Una data importante che cade proprio nel weekend della Giornata Mondiale del Rinoceronte che si celebra ogni anno il 22 settembre.

Una ricorrenza che il bioparco ZOOM Torino celebra da sempre con iniziative didattico-divulgativo allo scopo di sensibilizzare il pubblico sul fenomeno del bracconaggio, per il quale i rinoceronti rischiano l’estinzione a causa della falsa credenza della capacità curativa (dalla febbre all’epilessia e il cancro) e dei poteri afrodisiaci della polvere del corno.

“La presenza dello scheletro di Freddy a Kosmos, il nuovo Museo di storia naturale di Pavia, come simbolo della Sala delle Estinzioni – spiega Valentina Isaja, Direttore Scientifico del bioparco - è un grande onore e al tempo stesso una grande opportunità per sottolineare l’importanza delle collaborazioni tra le strutture zoologiche del mondo e tutti gli enti scientifici, quali le università, le organizzazioni di divulgazione, le Ong e i musei di scienze naturali, che lavorano insieme per la conservazione degli ambienti e di tutte le specie di animali a rischio d’estinzione”.

Il rinoceronte bianco è una tra le specie più minacciate al mondo. Appartiene infatti ai programmi EEP (European Endangered Species Programm) dell’EAZA - una importante associazione internazionale che sviluppa programmi di riproduzione controllata di animali a rischio estinzione a fini conservazionistici - in quanto specie ad alto rischio estinzione a causa del crescente bracconaggio. La situazione è degenerata nell’arco di pochissimi anni, dal 2010 al 2018, passando dall’uccisione nel solo Sudafrica, da circa 30 a circa 1.028 esemplari nel 2017. Inoltre, in una sola decade sono stati uccisi più di 7.245 rinoceronti africani.

Il bracconaggio è un mercato globale il cui valore viene stimato tra i 70 e 213 miliardi di dollari l’anno e che, dopo il traffico di armi, di droga e di esseri umani, è il terzo più redditizio del mondo illegale. Basti pensare che il valore di un singolo corno è di circa 90mila dollari/kg (contro i 80mila dollari della cocaina!). Il principale importatore di corni è il Vietnam in quanto è il principale distributore per i mercati asiatici. Alla fine del 2017, in natura erano rimasti solamente 20.000 esemplari di rinoceronte bianco (fonte IUCN - http://www.iucnredlist.org/).

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium